Marta Favro

Mi chiamo Marta Favro e arrivo da un posto un po’ decentrato ma molto bello, la provincia di Torino. Sono arrivata a Milano per studiare all’Università Iulm. Fino a quel momento, nella mia vita, non c’era mai stato nulla di particolarmente programmato, anche se sono della Vergine e tutti ci rimproverano di essere maniacalmente precisi… Però siamo anche un po’ artisti, sensibili e curiosi. E questo vale anche per me! La mia tesi sul calcio nei media italiani è piaciuta all’azienda scelta come riferimento e da lì ho iniziato ad entrare nell’ambiente e a conoscere persone, più o meno affidabili ed interessati. Devo comunque ammettere di essere stata fortunata e ho presto raccolto i primi frutti: per Milan Channel, Mediaset e Sky i miei lavori più importanti. Poi un po’ di sfighe… E ora sono praticante giornalista a Infront, azienda di servizi sportivi. Vivo tra i Navigli e Piazza Vetra.
  • Nome: Marta Favro
  • Qualifica: Collaboratrice sport
  • "TU" in tre pregi e tre difetti:
    Orgogliosa, Esteta, Buongustaia. Distratta, Molto sensibile ai giudizi, Pigra
  • Che percorso hai fatto per arrivare a collaborare con MRS?
    Ho conosciuto Carlotta (la caporedattrice) tra il delirio dei caroselli di Milano durante i festeggiamenti per il 1 Maggio e abbiamo deciso che dovevamo assolutamente collaborare!
  • Lavori con più uomini o con più donne?
    Uomini.. ambiente sportivo.. Ma stiamo aumentando!
  • Preferisci lavorare con uomini oppure con donne? Perchè?
    Uomini, perché nel mio lavoro, proprio perché siamo in poche, quelle che ci sono se la tirano
  • Cosa ne pensi della donna del XXI secolo?
    Penso che a volte persone con un grande potenziale non riescono ad esprimerlo perché conta sempre di più l’immagine e l’apparenza e non ci vuole niente per rovinarsi la vita perché ci si sente brutte
  • Il tuo rapporto con la politica
    Praticamente inesistente: so chi è il presidente, dove vive e da che parte sta.. Ma mi interessa più la storia della politica attuale
  • Il tuo rapporto con la religione
    Molto particolare. Credo in Gesù ma non in Dio. Credo nelle forze presenti nella natura, nei cristalli nelle erbe e nel fuoco.Una specie di New Age Celtica
  • Il tuo idolo del giornalismo
    Il compianto Alberto D’Aguanno
  • Lo scoop giornalistico che avresti voluto fare tu
    Anche se mi avrebbe aperto una ferita nel cuore, scoprire e raccontare tutto quello che c’è stato dietro la tragedia di Superga
  • La tua citazione famosa preferita
    Potrebbe andare peggio…potrebbe piovere! (Frankenstein Jr.)

Ultimi articoli

Brillano le stelle azzurre ai Mondiali di Shanghai - Estate... altro che riposo per le atlete italiane del Nuoto. Dai tuffi della Cagnotto alla Grimaldi nel fondo, passando per la pallanuoto del Setterosa, fino alla giovanissima Gregorio con le evoluzioni del Wakeboard, tutte le novità degli ultimi giorni da Jinshan City Beach
Per molte di noi l’estate vuol dire vacanza, ma è anche un periodo pieno di appuntamenti sportivi, amichevoli, o tornei internazionali, in cui donne italiane e di tutto il mondo sono impegnate a gareggiare. Così che un pokerino tra amici sotto l’ombrellone ci rimanda col pensiero a quello che sarà probabilmente l’evento principale delle cinque carte: dagiovedì 21 luglio a domenica 24 luglio, il Casinò Perla di Nova Gorica farà infatti da cornice alla seconda delle quattro tappe del Poker Grand P...LEGGI

Italia, così no.. - Dopo due deludenti pareggi ed un primo tempo inguardabile contro la Slovacchia, l’Italia sembra riaccendere la speranza. Ma ormai è tardì. Si va a casa..
Il mondiale dell’Italia comincia a Città del Capo e finisce a Johannesburg, in un bagno di emozioni. Da non crederci.. O meglio, da crederci, fino a che il cronometro ha segnato quasi 97 minuti. E poi basta, fine dei giochi. Gli Azzurri debuttano il 14 giugno, ed è pari. Sotto di uno, siamo già a rincorrere quando l’avversario è un volenteroso, ma modesto, Paraguay, e con lo stesso punteggio, ma più livellato, finiscono Nuova Zelanda e Slovacchia. Il Paraguay è un osso duro e lo dimost...LEGGI

Intervista esclusiva a Francesca Schiavone: campionessa rosashokking - L'Italia entra nella storia anche per il tennis al femminile, merito di una una giovane donna che non ha mai smesso di sognare
Principessa. Regina. Orgoglio d'Italia. Mamma mia. E molto altro.. Questi gli epiteti con i quali la nostra Francesca Schiavone è stata soprannominata dopo la sconcertante – naturalmente in senso positivo! - vittoria al Roland Garros, secondo appuntamento del Grande Slam, dopo quasi un decennio di finali femminili deludenti proprio in terra francese. E tutti si inchinano di fronte alla grande campionessa italiana, che ha saputo colpire per la sua forza e spontaneità. E soprattutto per aver ...LEGGI

ABOUT MONDO ROSA SHOKKING
.history .mission .chi siamo .contattaci .archivio storico

Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni