Mr. Milkomen

sono sociologo. lavoro in istituto di ricerca. gestisco un circolo arci. gioco a basket. esco con gli amici e la fidanzata. sono appassionato fanatico di telefilm. odio il cinema. amo leggere, ho già fatto la lista di tutti i libri che DEVO leggere prima di morire. sono brillante. sono quieto, ma quando mi incazzo non mi trattengo. brontolo. altro?
  • Nome: Mr. Milkomen
  • Qualifica: Collaboratore Sezione Attualità e MRSocial
  • "TU" in tre pregi e tre difetti:
    ordinato, intelligente, sarcastico. l’ordine può diventare pedanteria, il genio non è riconosciuto, il sarcasmo fa sempre danni. ogni tre difetti il quarto è omaggio: mi incazzo quando guido, ma là fuori è pieno di handicappati al volante. mia mamma dice che prima o poi qualcuno mi picchierà...
  • Che percorso hai fatto per arrivare a collaborare con MRS?
    sono casualmente fidanzato con una caporedattrice, fra una chiacchiera e l'altra, un commento al fatto del giorno, un parere sull'articolo scritto, una richiesta di aiuto su un dato... ho iniziato a scrivere direttamente.
  • Lavori con più uomini o con più donne?
    i colleghi con cui sono più a stretto contatto: 2 donne e 3 uomini. un capo uomo (ortodosso difensore della tradizione: uomo lavora, donna stai a casa). un istituto in cui ci sono 2 donne per ogni uomo. la dirigenza è tutta maschile, i quadri sono equamente distribuiti.
  • Preferisci lavorare con uomini oppure con donne? Perchè?
    indifferente. ma con gli uomini puoi parlare di calcio il lunedì mattina :) in ogni caso preferisco lavorare con persone che: sanno quel che fanno sanno quel che vogliono ascoltano quel che dico capiscono quel che dico in alternativa va bene chiunque non rompa troppo le palle.
  • Cosa ne pensi della donna del XXI secolo?
    tetto di cristallo, meritocrazia, conciliazione, problemi di cura. molti passi avanti, ma il vero femminismo è convincere gli uomini a fare quello che le donne fanno da sempre. convincerli che è bene per la coppia, per la famiglia, per la felicità di tutti.
  • Il tuo rapporto con la politica
    faccio politica da quando avevo 15 anni. senza tessere. diverse esperienze alle spalle: dai collettivi alla rappresentanza in università, dalle feste dell’unità da “esterno” all’arci. l’ultima volta che ho votato è stato al referendum del 2006. non voto, non voglio essere complice. ma la politica non è solo esprimere un voto: tutto è politica.
  • Il tuo rapporto con la religione
    sono ateo. anticlericale e non me ne vergogno. una volta ho detto: mi dispiace aver fatto comunione e cresima, il catechismo (compreso un anno supplementare), le messe, conoscere preghiere storie riti... è tutto spazio che occupa memoria nel mio cervello. memoria non riscrivibile. potrebbe essere utile per cose più interessanti.
  • Il tuo idolo del giornalismo
    idolo è una parola grossa. diciamo che tipo di giornalismo mi piace: sono abbonato a internazionale e a il fatto quotidiano. mi piacciono gramellini, magris, giannini, scalfari, telese, gaggi, rampini, la meli. odio battista, riotta, romano, sofri (luca), la palombelli, piroso (mamma quanto è insopportabile!). emotivamente mi faceva impazzire maurizio mosca
  • Lo scoop giornalistico che avresti voluto fare tu
    il giornalista non deve puntare sugli scoop. deve raccontare fatti senza manipolazioni e fare domande senza paura. lo scoop è solo un fatto che viene fuori all’improvviso.
  • La tua citazione famosa preferita
    Wittgenstein, me l’ero preparato come risposta ad effetto per la maturità, nel caso mi facessero una domanda a cui non avrei saputo rispondere.... di ciò di cui non si può parlare, si deve tacere sulla lapide mi piacerebbe: ... perché se libero un uomo muore non gli importa di morire...

Ultimi articoli

Quote rosa nei CdA: certe donne arriveranno - Il ddl supera l'esame anche in commissione Finanze al Senato
La commissione Finanze del Senato ha approvato all’unanimità - dopo averlo rigettato una prima volta ieri -  l'emendamento presentato dalla senatrice Germontani (FLI); settimana prossima andrà in aula per il voto, in seguito dovrà essere approvato anche dalla Camera.Il testo obbliga le società quotate in borsa ad assicurare nel CdA “l’equilibrio tra i generi. L’equilibrio si intende raggiunto quando il genere meno rappresentato all’interno dell’organo amministrativo ottiene almeno un terzo degli...LEGGI

Voglia di un futuro migliore. E di un welfare migliore! - Daniela Del Boca, uno dei massimi esperti italiani di welfare familiare, fotografa la situazione italiana. Della serie: c'è ancora molto da fare.
Daniela Del Boca è professore ordinario all’Università di Torino, dirige CHILD - Centre for Household, Income, Labour and Demographic economics, dal 2004 è una degli esperti che collaborano con la Commissione Europea. Dalle sue parole, tutte le carenze che quotidianamente le famiglie italiane vivono, dimostrando, di fatto, come l'Italia per molti versi non pensi al proprio futuro.   In Italia permangono molte difficoltà per le donne-mamme, quali sono i principali problemi (culturali, econ...LEGGI

Coppie flessibili - Un libro indaga le coppie moderne, tra precariato e flessibilità, lavoro atipico e, nemmeno a dirsi, voglia di famiglia
Si tratta della prima indagine di questo tipo, almeno in Italia, che analizza il lavoro atipico non dal punto di vista dell’individuo ma considerando gli effetti sulla coppia e le differenti strategie di adattamento, un approccio che si pone all’incrocio tra sociologia della famiglia e sociologia del lavoro. Luca Salmieri innanzitutto ci fornisce il quadro più ampio del contesto in cui queste coppie sono inserite: la società postfordista, il lavoro atipico, la deregolamentazione del mercato...LEGGI

ABOUT MONDO ROSA SHOKKING
.history .mission .chi siamo .contattaci .archivio storico

Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni