Sabrina Minetti

Lavoro per il Capac Politecnico del Commercio e del Turismo www.capac.it, nel settore della formazione professionale, convinta che cultura e competenze siano chiavi di volta per combattere l’esclusione sociale e la marginalità. Insegno comunicazione e metodologie didattiche e sono progettista e ricercatrice in ambito formativo. Mi occupo anche di comunicazione istituzionale e marketing di progetto. Sono tutor e cultore della materia di Lingua inglese presso l’Università degli Studi di Milano e faccio parte del gruppo di ricerca ELIT http://www.elit.unimi.it/chi.html.
Amo i libri, e leggere. Inoltre scrivo: nel 2010 ho partecipato all’antologia noir a scopo benefico “365 storie cattive”. Nel 2011 Autodafé Edizioni ha pubblicato il mio romanzo L’isola dei voli arcobaleno, che è stato finalista a Sanremo Writers 2012. Miei racconti sono in Milano forte e piano 1 e 2 (Happy Hour edizioni, 2011 e 2012), Delitti d’acqua dolce (Lampi di stampa), Giallolago (Eclissi Editrice), Narrativo presente (Autodafé Edizioni) e in rete. Sono stata caporedattrice della rivista letteraria www.tornogiovedi.it, dove ho curato anche una rubrica di videointerviste girate con l’I phone. Nel 2012 miei monologhi sono stati trasposti per il teatro da www.creartheater.com. Organizzo e conduco eventi culturali e presentazioni. Se vi va di passare, sono anche qui http://sabrinaminetti.wordpress.com/ e qui www.sabrinaminetti.com.
  • Nome: Sabrina Minetti
  • Qualifica: Collaboratrice
  • "TU" in tre pregi e tre difetti:
    Pregi: sono in un costante stato empatico con ciò che mi circonda, faccio un sacco di cose, profondo incrollabile slancio in tutto ciò che faccio
    Difetti: i miei pregi diventano anche i miei difetti, se non esercito autocontrollo; e spesso non lo esercito
  • Che percorso hai fatto per arrivare a collaborare con MRS?
    Ho conosciuto Carlotta Pistone grazie a una comune amica libraia. Io scrivo e Carlotta scrive di chi scrive: il gioco è stato presto fatto.
  • Lavori con più uomini o con più donne?
    Con uomini e donne, in modo abbastanza equilibrato
  • Preferisci lavorare con uomini oppure con donne? Perchè?
    Con gli uomini, spesso, c’è più leggerezza, più divertimento, ma dopo resta a noi donne più lavoro da fare; con le donne c’è più finalizzazione, più operatività condivisa, più efficienza.
  • Cosa ne pensi della donna del XXI secolo?
    Penso che le donne di oggi devono affrontare una duplice sfida: quella di vivere e affermare il femminile in un mondo che è sempre più difficile per entrambi i sessi.
  • Il tuo rapporto con la politica
    Ho fatto politica. Credo che ognuno abbia il diritto, ma anche il dovere di esercitare una cittadinanza attiva; possono esserci periodi in cui questo non è possibile, ma altri in cui le circostanze della vita ci danno più tempo e opportunità: in quei momenti non bisogna tirarsi indietro. Si guadagna in autostima ad averci almeno provato.
  • Il tuo rapporto con la religione
    Mi definirei una materialista mistica. Spero, più che credere, in un ordine superiore delle cose. Sono insofferente ai dogmi. Avverto però, molto intensamente, richiami spirituali, specie in certi luoghi e nell’ incontro con le persone, alcune in particolare. Non so se ho risposto alla domanda, ma questo è ciò che mi viene in mente, parlando di religione.
  • Il tuo idolo del giornalismo
    Ammiro tutti i giornalisti che per amore di cronaca e nel nome della libertà di informazione arrivano a mettere a repentaglio la loro serenità, se non la loro vita. Molti di loro sono degli illustri sconosciuti, che operano in paesi lontani, fuori dalle logiche dei grandi gruppi di informazione, e non sappiamo neanche il loro nome.
  • Lo scoop giornalistico che avresti voluto fare tu
    Mi ha sempre colpito il lavoro dei corrispondenti di guerra, ma anche quello dei cronisti di un tempo. Mi sarebbe piaciuto documentare, in diretta, fatti storici come la scoperta dell’America o la presa della Bastiglia.
  • La tua citazione famosa preferita
    “Per vedere una cosa bisogna guardarne un’altra”. E’ di William Least Heat - Moon, nel suo romanzo Strade blu.

Ultimi articoli

I signori della cenere di Tersite Rossi - Un avventuroso romanzo d’azione: un segreto antichissimo può cambiare la storia dell’umanità
– Convincere l’opinione pubblica, Segretario?Postinger annuì.– E che bisogno abbiamo di convincerla?Il Segretario guardò basito il banchiere.– Basterà farle credere che non c’è scelta.– Che non c’è scelta? – ripeté Postinger.– Esatto. E per il resto sarà sufficiente garantire alla maggior parte delle persone il minimo indispensabile per comprare. Quando non basterà, gli consentiremo di indebitarsi per comprare ancora, e ancora, senza soluzione di continuità. Non sarà difficile. Vedrà, se ne star...LEGGI

#IOSCRIVOPERVOI - Un’antologia benefica per le popolazioni colpite dal terremoto ideata da Andrea Franco
A poche ore dal terremoto che il 24 agosto 2016 ha devastato il centro Italia, Andrea Franco, scrittore entusiasta e caparbio, ha dato il via a un'iniziativa importante. Ha messo in moto una macchina incredibile attraverso la raccolta di racconti cercando l'adesione di autori provenienti da tutta Italia, per realizzare un ebook collettivo.Il ricavato delle vendite sarà interamente destinato alle popolazioni colpite dal terremoto. #IOSCRIVOPERVOI è un’imponente antologia letteraria disponibile on...LEGGI

#BULLOMIHAIROTTO - Un hashtag, un libro gratuito e incontri nelle scuole per combattere il bullismo
#BULLOMIHAIROTTO nasce dall'idea di Armando Cecatiello, avvocato e vice presidente di Soccorso Rosa Onlus, associazione che opera da anni interventi mirati contro la violenza sulle donne e per la parità di genere. Attraverso il libro si vogliono dare suggerimenti a ragazzi, famiglie, insegnanti, per individuare atteggiamenti che portano al bullismo, e correre ai ripari prima che la persona presa a bersaglio diventi una vittima.Ad aggregare l’interesse attorno al progetto c’è un sito www.soccorso...LEGGI

ABOUT MONDO ROSA SHOKKING
.history .mission .chi siamo .contattaci .archivio storico

Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni