Stefano Magni

Sono un giornalista professionista, nato a Milano nel 1976 e tuttora vivente. A Milano. Ma tutto ciò non dice molto di me. Ci sono persone che aspirano al potere più di ogni altra cosa. Altre che vogliono difendere i deboli e gli oppressi per tutta la vita, fino al martirio. Ecco: diciamo che io non aspiro a nessuno di questi due ideali. Sono un individualista convinto e la mia massima aspirazione è l'indipendenza.
  • Nome: Stefano Magni
  • Qualifica: Collaboratore Attualità
  • "TU" in tre pregi e tre difetti:
    Idealista, onesto, timido. Sono sia pregi che difetti, a seconda dei gusti.
  • Che percorso hai fatto per arrivare a collaborare con MRS?
    Da anni lavoro con il blog Mondorosashokking. Da ancora più anni lavoro assieme a Rossella Canevari, autrice (assieme a Virginia Fiume) del libro omonimo. Ma se dico che sono qui "per amicizia" rischio di essere etichettato come un prodotto del nepotismo italiano. Vi assicuro: non c'è nessuna raccomandazione.
  • Lavori con più uomini o con più donne?
    In questo periodo della mia vita sto lavorando con più donne.
  • Preferisci lavorare con uomini oppure con donne? Perchè?
    Preferisco lavorare da solo. Quando ciò non è possibile, non chiedo altro che di avere colleghi simpatici, donne o uomini che siano.
  • Cosa ne pensi della donna del XXI secolo?
    Nel mondo industrializzato la donna vive un momento d'oro. Storicamente parlando, non ha mai avuto così tante garanzie, opportunità, diritti, riconoscimenti, come in questo primo decennio nel XXI secolo. Ma si fa sempre a tempo a tornare indietro. E nell'altro mondo, quello in via di sviluppo, c'è ancora tanta strada da fare prima dell'emancipazione.
  • Il tuo rapporto con la politica
    Amore e odio. Mi occupo tantissimo di politica, ma per studiarla e sapere come difendermi da essa.
  • Il tuo rapporto con la religione
    Credo nella ragione.
  • Il tuo idolo del giornalismo
    Indro Montanelli.
  • Lo scoop giornalistico che avresti voluto fare tu
    Prima o poi uno scoop lo voglio fare io. Non so ancora su cosa, ma sono sicuro che ve lo farò leggere.
  • La tua citazione famosa preferita
    "Il primo diritto dell'uomo è quello di essere se stesso e il primo dovere dell'uomo è il dovere verso se stesso" (Ayn Rand)

Ultimi articoli

Tre Nobel in rosa - Un premio al coraggio e all'esempio a tre donne straordinarie: Ellen Johnson-Sirleaf, Leymah Gbowee e Tawakkul Karman
Tre Nobel per la Pace assegnati a tre donne dissidenti. Un caso più unico che raro. Un segnale più forte che mai. Le vincitrici sono Ellen Johnson-Sirleaf, dissidente, politica, attuale presidente della Liberia; la sua connazionale Leymah Gbowee, attivista pacifista, fondatrice del movimento Liberian Mass Action for Peace; infine, la più coraggiosa di tutte, Tawakkul Karman, attivista democratica e femminista dello Yemen. Mai Nobel per la Pace è stato più pertinente con i tempi di cambiamento in...LEGGI

Un uomo ha 75 figli. Dove è il problema? - Un donatore è stato messo a contatto coi suoi figli biologici e la reazione del pubblico è un misto di ilarità e indignazione. Ma cosa c'è di male?
Un padre è riuscito a riprodursi per 75 volte. Sì: ha 75 figli sparsi per tutti gli Stati Uniti. Questo prodigio umano si chiama, da quel che abbiamo appreso ieri anche in Italia, Ben Seisler, professione avvocato. Non è un superman, non è neppure un monarca saudita, e non ha sciupato la vita e l’onore di decine di donne per produrre una prole così gigantesca. E’ un normale donatore di sperma, come ce n’è molti altri in giro per il mondo. L’unica differenza fra lui e gli altri è un reality-show ...LEGGI

Arabia Saudita, dieci frustate per la donna che guida - Il re promette il voto femminile, ma nega alle saudite persino la libertà di stare al volante di un'auto
In Arabia Saudita si notano sempre dei brutti passi indietro dopo ogni passo avanti.Il passo avanti risale a due giorni fa: re Abdullah ha promesso il voto alle donne nelle prossime elezioni del 2015. Lo aveva già ventilato per le consultazioni locali di quest’anno, ma poi aveva cambiato idea. Anche per “colpa” della Primavera araba - che sta intimorendo tutti i regimi mediorientali - la promessa, non ufficiale, era stata subito rimangiata e anche quest’anno le donne sono state tenute ben lontan...LEGGI

ABOUT MONDO ROSA SHOKKING
.history .mission .chi siamo .contattaci .archivio storico

Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni