Accursio Capraro

Direttamente dall'edizione 2011 di Identità Golose, Intervista enogastronomica liberamente ispirata al gioco di Proust con i migliori talenti della cucina.. stellati e in erba

di Anna Battaini

Pubblicato lunedi, 12 marzo 2012

Rating: 4.0 Voti: 2
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Foto Brambilla - Serrani courtesy of Identità Golose
Qual è il tuo primo ricordo legato al cibo?
La pasta al pomodoro e basilico, avrò avuto 3 o 4 anni. Ma anche la fetta di pane come aperitivo che mi lasciavano intingere nel sugo di pomodoro.

Qual è la caratteristica principale del tuo carattere?
La serenità

Qual è l'ingrediente che usi di più in cucina?
L'olio extra vergine di oliva, insieme al pomodoro

E quello che cerchi di usare il meno possibile?
I cibi che non ci appartengono come cultura, come il foie gras o il caviale, che possono essere utilizzati insieme ad altri ingredienti ma mai serviti come protagonisti del piatto. quello che proprio non userei mai e' il wasabi.

Quando non cucini qual è la tua attività preferita?
Dedicarmi alla famiglia. Ho un bambino piccolo e quando ho tempo preferisco giocare con lui e stare in famiglia.

Se potessi riportare in vita uno chef scomparso e farti regalare una ricetta, chi  sceglieresti?
A me piacciono molto gli chef francesi, riporterei in vita Escoffier.

Qual è il tuo motto?
Essere sempre se stessi. Essere sinceri e trasparenti senza nascondere nulla.

Quale consideri il tuo più grosso successo?
Mio figlio Francesco che è un bambino meraviglioso.

Il momento più felice della tua vita?
L'emozione più forte è sicuramente legata alla famiglia. Prima della nascita di Francesco il matrimonio, e prima del matrimonio il momento in cui ho conosciuto mia moglie Oriana che è una donna fantastica. Ma essere in sala parto e veder nascere tuo figlio è un'emozione talmente profonda che sovrasta qualunque altra.

Per quale personaggio storico avresti voluto cucinare?
Leopardi. Almeno avrei contribuito a migliorargli l'umore, perchè ne avrebbe avuto proprio bisogno, poverino! (ndr.: ride)

A quale avresti volentieri aggiunto un pizzico di veleno nel piatto?
Vivente meglio rimanere vaghi.. (ndr.: a me lo ha detto ma ho promesso di mantenere il segreto) Tra quelli ormai scomparsi sicuramente Hitler.

La tua più grossa stravaganza?
La cosa più stravagante che abbia mai fatto ( tra quelle che si possono raccontare in pubblico) è probabilmente essermi addormentato in mezzo alla neve. Non ero propriamente sobrio. Mi sono svegliato dopo un'ora, e ti lascio immaginare come.

La cucina è una forma d'arte, parlando di altre forme d'arte, chi è il tuo pittore favorito?
Picasso

E il compositore?
Vasco Rossi, specie le canzoni del primo periodo.

L'ultimo libro che hai letto?
I profumi

Quale tema musicale potrebbe essere la colonna sonora della tua vita?
Qualcosa di rock.

Un sogno nel cassetto?
Giungere alla fine della mia carriera di chef e guardandomi alle spalle essere orgoglioso di quello che avrò fatto.

Le donne passano ore e ore in cucina nell'arco della loro vita, eppure gli chef più famosi del mondo sono da sempre quasi tutti uomini. Sai dirmi perché?
Sinceramente non lo so. L'alta cucina è un lavoro che richiede molto tempo e tanta fatica fisica. Richiede anche un enorme sforzo mentale, ma sotto questo punto di vista le donne sono più avvantaggiate perchè più intelligenti dell'uomo. (ndr.: giuro che lo ha detto lui!) Direi che probabilmente la colpa è della parte fisica del lavoro che a volte è decisamente faticosa.

Hai mai usato la cucina come arma di seduzione?
Qualche volta sì

Ha funzionato?
Sì, funziona quasi sempre.

Regaleresti una ricetta alle donne rosa shokking?
Tag:  Accursio Capraro, La Gazza Ladra, la Locanda del Colonnello, Risotto con latte di mandorla, Identità Golose, Chef

Commenti

20-05-2012 - 14:49:51 - promessisposi
qual'è il tuo ristorante?
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni