Gennaro Esposito

Direttamente dall'edizione 2010 di Identità Golose, Intervista enogastronomica liberamente ispirata al gioco di Proust con i migliori talenti della cucina.. stellati e in erba

di Anna Battaini

Pubblicato lunedi, 21 giugno 2010

Rating: 4.0 Voti: 3
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Foto Brambilla - Serrani courtesy of Identità Golose
Qual è il tuo primo ricordo legato al cibo?
Uno dei primi ricordi è il panino che mi portavo al mare. Coincideva con la stagione dei pomodori quindi ci mettevo i pomodori, l'insalata, l'olio e poi lo riponevo nella borsa del mare dove si inumidiva. Era fantastico.

Qual è la caratteristica principale del tuo carattere?
Cerco sempre di dare il meglio, sono molto tenace e sono una persona generosa e altruista. Sono anche una persona un po’ testarda, ma quello dipende dal segno zodiacale, sono un ariete.

Qual è l'ingrediente che usi di più in cucina?
L'olio extravergine.

 
E quello che cerchi di usare il meno possibile?
Le margarine.

Quando non cucini qual è la tua attività preferita?
Adoro ascoltare musica, nuotare, mettere la maschera e le pinne e esplorare i fondali marini, e adoro mangiare quindi appena posso vado da mia madre o da mia suocera e mi delizio.

Se potessi riportare in vita uno chef scomparso e farti regalare una ricetta, chi sceglieresti?
Sicuramente Escoffier.

Qual è il tuo motto?
Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.

Quale consideri il tuo più grosso successo?
Essere riuscito a costruire una brigata affiatata, e aver cambiato, in parte, il loro modo di pensare.

Il momento più felice della tua vita?
Ci saranno momenti ancora più felici, ma questo mestiere mi ha reso molte volte felice.

Per quale personaggio storico avresti voluto cucinare?
Giordano Bruno.

A quale avresti volentieri aggiunto un pizzico di veleno nel piatto?
Hitler.

La tua più grossa stravaganza?
A volte mi piace uscire con la giacca da cuoco.

La cucina è una forma d'arte, parlando di altre forme d'arte, chi è il tuo pittore favorito?
Mi emoziono sempre molto davanti ai quadri di Caravaggio.

E il compositore?
Vivaldi, Beethoven e Bach sono state sicuramente persone estremamente illuminate.

L'ultimo libro che hai letto?
La riedizione dei fumetti di Alan Ford.

Quale tema musicale potrebbe essere la colonna sonora della tua vita?
Good times bad times dei Led Zeppelin.

Le donne passano ore e ore in cucina nell'arco della loro vita, eppure gli chef più famosi del mondo sono da sempre quasi tutti uomini. Sai dirmi perché?
Perché è un lavoro molto duro e ti porta a rinunciare ad un sacco di cose. Una donna vuole e deve essere una mamma e dedicare molto tempo alla famiglia. Conciliare un lavoro che ti impegna almeno 14 ore al giorno con il mestiere di mamma è molto difficile.

Hai mai usato una delle tue ricette ( la cucina) per sedurre?
No, per me il lavoro è un momento di massima concentrazione. Poi se ti devo dire la verità mia moglie cucina molto meglio di me quando siamo a casa, quindi faccio fare a lei.

Regaleresti una ricetta alle donne rosa shokking?
Sicuramente. Vi regalo il Risotto al pomodoro "cuore di bue" con limone candito e calamaretti ripieni di provola affumicata.
Tag:  Gennaro Eaposito, Risotto al cuore di bue, Identità Golose, Chef, pomodoro

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni