12 anni schiavo di Steve McQueen

La storia vera di un uomo che ha perso tutto tranne se stesso

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Durante la cerimonia di consegna degli Oscar 2014, tenutasi al Dolby Theatre di Los Angeles il 2 marzo, il film 12 anni schiavo si aggiudica la statuetta d'oro per il miglior film e ottiene quella per la miglior sceneggiatura non originale. L'esordiente Lupita Nyong’o, che nella pellicola recita accanto all'attore protagonista Chiwetel Ejiofor, vince (a sorpresa) l'Oscar come miglior attrice non protagonista, battendo altre pretendenti di spessore (Sally Hawkins, Julia Roberts, June Squibb e Jennifer Lawrence).

1841, Saratoga (NY).

Solomon Northup è un violinista di colore che vive come uomo libero con la sua famiglia.

Un giorno viene avvicinato da due impresari che, con la promessa di offrirgli un ingaggio, lo rapiscono e lo vendono come schiavo. Solomon cerca in ogni modo di dimostrare il suo stato di uomo libero, ma inutilmente.

Finirà in una piantagione a lavorare e poi presso la fattoria del sadico e perverso Epps.

L'incontro casuale con il leader canadese per la liberazione degli schiavi, Samuel Brass, gli permetterà di raccontare la sua storia e di tornare, libero, dalla sua famiglia.

Steve McQueen è un regista con un nome più famoso dei suoi film, tre all'attivo e tutti di generi totalmente diversi.

12 anni schiavo è una storia come altre. La vita di un uomo libero, di colore, che si ritrova ad essere schiavo nell'America della libertà. Una storia che non brilla di originalità e in cui i buoni sono buoni e i cattivi cattivissimi.

In particolare Michael Fassbender, da sempre attore feticcio del regista, presenta un personaggio degno di Schindler's List. Un surrogato di cattiveria e sadismo come raramente si è visto al cinema. Per il resto niente di nuovo sotto al sole.

Solomon Northup resiste alle umiliazioni, sopravvive, torna libero e riabbraccia la sua famiglia dopo 12 anni e moltissime frustate. Non lungo come film ma troppo lunghe alcune scene, come quella dell'impiccagione e della fustigazione della schiava. Piccola parte per Brad Pitt, capelli lunghi e pizzo bianco.

Da guardare se vi capita ma perdibile senza rimorsi.

12 ANNI SCHIAVO
Regia di Steve McQueen

Con:  Chiwetel Ejiofor, Michael Fassbender, Benedict Cumberbatch, Paul Dano, Paul Giamatti, Lupita Nyong’o, Brad Pitt
Genere: Biografico
Durata: 134 min.
Nelle sale italiane: 20 febbraio '14


 
Tag:  12 anni schiavo, Steve McQueen, Chiwetel Ejiofor, Michael Fassbender, Lupita Nyong’o, Brad Pitt, Oscar 2014, schiavitù

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni