I sogni segreti di Walter Mitty di Ben Stiller

Una trama poco originale per un film che colpisce solo per gli effetti speciali

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Walter Mitty lavora per la rivista Life.

La rivista sta per chiudere e ha mandato un liquidatore a sfoltire il superfluo e organizzare la chiusura dell'attività.

Walter si estranea spesso proiettandosi in sogni a occhi aperti in cui lui è l’eroe assoluto e riesce a fare sempre la cosa giusta.

Prima di andarsene da Life vuole completare l'ultima copertina della rivista: lo scatto 25 fatto dal fotografo di fama mondiale Sean O'Connell. Il negativo, mandato dal fotografo, però non si trova.

Il problema è che O'Connell conduce ancora un’esistenza da uomo primitivo, non ha il cellulare e non è mai reperibile.

Mitty, stanco della sua piatta quotidianità, decide di dare una svolta alla sua vita e parte alla ricerca del fotografo inseguendolo in giro per il mondo.

Quando lo troverà scoprirà che la soluzione era vicinissima e che non esiste un altro posto come casa.

Forse sarò l'unico sulla faccia delle Terra a cui questo film non è piaciuto, ma non ho paura di dirlo.

Ampiamente sopravvalutato, la storia pesca a piena mani da Sogni Proibiti, un film del 1947 con Danny Kaye che faceva molto più ridere.

Ben Stiller, che riconosco non piacermi, non riesce a rinunciare a quella comicità forzata che è tipica di tutti i suoi film e in questo caso rappresentata dall'operatore di un sito di dating che lo chiama nei momenti meno opportuni.

Certo che le immagini e i paesaggi che si vedono nel film sono meravigliosi, ma lo saranno sicuramente di più per il pubblico americano che, è probabile, non sa nemmeno dove siano Groenlandia e Islanda. Per un europeo certi paesaggi non sono una sorpresa.

Un filmetto, come già detto, sopravvalutato, che non annoia ma non convince e, personalmente, mi ha lasciato con l'amaro in bocca.

Peccato perché l'inizio, con Mitty che vola in un incendio per salvare un cagnolino è veramente folgorante.


I sogni segreti di Walter Mitty
regia di Ben Stiller

Con: Ben Stiller, Sean Pean, Kristen Wiig, Shirley MacLaine, Adam Scott, Kathryn Hahn
Genere: drammatico
Durata: 114 min
Nelle sale italiane: 19 dicembre 2013

Tag:  I sogni segreti di Walter Mitty, Ben Stiller, comicità, effetti speciali, Life, paesaggi

Commenti

24-04-2014 - 17:16:07 - mauro
mah, che un europeo conosca la groenlandia e il resto dubito fortemente, mi pare una spocchia inutile... e vado anche avanti: la spocchia si vede dal fatto che si afferma la sopravvalutazione ma non si motiva il giudizio; forse il fatto che faccia riferimento ad un altro film lo pregiudica? le immagini sono bellissime e la storia, pur semplice, è poetica e coinvolgente. ci sono due messaggi veri: che la realtà non è digitale e che quando la vivi non la vivi per scaricarla su facebook... singolare che i geni che criticano poi non hanno uno straccio di idea da proporre
24-04-2014 - 17:17:59 - mauro
aggiungo... non è vero che il messaggio è che niente è come casa tua, non è così: casomai il vero punto è che ogni posto ha una poesia che nessuna foto può riprodurre e poi mi pare bello onorare tutte le persone che LIFE l'hanno fatta davvero
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni