Limitless di Neil Burger

Una nuova droga rende possibile l'utilizzo del 100% del nostro cervello. Il problema? La vogliono tutti

di Andrea Tonetti

Pubblicato martedi, 19 aprile 2011

Rating: 4.8 Voti: 13
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Edward Morra è uno scrittore in pieno blocco creativo.
Lasciato dalla moglie, vagabonda per la città, sembra un drogato ma non è così.
 
Un giorno incontra il fratello della sua prima moglie che gli regala una pillola di un nuovo farmaco in grado di aprire la mente e la percezione.
Edward la prende e diventa un altro: vede a metri di distanza, ricorda tutto del suo passato, non mangia, non dorme e finisce il suo libro in due giorni.
Finito l'effetto però comincia la crisi di astinenza ed Edward torna dal cognato per rifornirsi, ma lo trova morto nel suo appartamento dove trova anche un sacchetto pieno di pillole che porta a casa.
 
Pillola dopo pillola riesce a trasformare pochi dollari in milioni, grazie alle speculazioni finanziarie. Purtroppo si trova a lottare con un gangster russo che, provata per caso la droga, ne vuole sempre di più e un uomo che lo segue costantemente.
 
Come se questo non bastasse c'è un problema più grosso: tutti quelli che hanno smesso di prendere il farmaco sono morti.
Edward attira l'attenzione di un magnate della finanza che vuole usare le sue capacità per un'importante fusione commerciale.

Neil Burger è passato dal gothic thriller The Illusionist alle magie della città e della finanza, spietata e tentacolare.
Limitless è fondamentalmente un film d'azione con tantissimi effetti speciali dove, un bravo Bradley Cooper, ha dei continui trip con allucinazioni tridimensionali, che coinvolgono anche lo spettatore causando addirittura nausee e giramenti di testa. La macchina da presa non sta ferma un attimo e spesso corre velocissima da un punto all'altro della città, dentro e fuori dalle persone e dagli oggetti.
 
L'idea della droga che trasforma il protagonista in un uomo senza limiti piace a chi guarda perché tutti vorremmo avere la possibilità di essere Limitless almeno una volta.
Fa piacere vedere Robert De Niro in un ruolo serio e congeniale alle sua capacità di attore dopo troppe parti ridicole in film non alla sua altezza, come la trilogia di Ti presento i miei.
 
Il suo finanziere senza scrupoli ha tutta l'antipatia che il pubblico attribuisce a certi personaggi e infatti la droga sembra quasi una metafora, un modo per dire che, vista la situazione attuale, nessuno può fare profitto nella finanza senza qualche aiuto artificiale.
 
Limitless non è un capolavoro, ma svolge il compito in maniera egregia riuscendo ad essere un buon film d'azione con un'idea originale ed un divertente colpo di scena finale.


Limitless
 
regia di Neil Burger
cast: Bradly Cooper, Robert De Niro, Abbie Cornish, Anna Friel, Andrew Howard
genere: thriller
durata: 105 min
uscita in Italia: 15 aprile ‘11

Tag:  Limitless, Neil Burger, Bradly Cooper, Robert De Niro, film d'azione, droga

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni