Consolle Rosa Shokking con Missy Jay DJ

La dj che ci farà ballare questa settimana ha ereditato l'amore per radio e vinili dai genitori e dopo aver viaggiato per mezzo mondo, ora vive ad Ibiza, capitale per eccellenza della musica dance

di Karin Tononi

Pubblicato sabato, 6 novembre 2010

Rating: 4.2 Voti: 11
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Missy Jay
Claudia Ferrari, in arte Missy Jay, è nata in Italia il 19 Giugno 1977 e vive ad Ibiza. Nel suo dj-set suona dal genere techno, minimal, tribale al Funky!
Vive la consolle come un flusso di emozioni senza tralasciare salti e risate! Il suo portafortuna è un bracciale per l'avambraccio ed un fischietto rosa per animare il pubblico durante le sue serate più movimentate.
 
Karin vs Missy Jay
 
Karin: Ciao Missy Jay, parliamo dei tuoi inizi. La tua passione per la musica è nata ascoltando i vinili di tua madre: il primo disco che hai suonato era uno dei suoi?
Missy Jay: Sono cresciuta con Pink Floyd, Genesis, Fleetwood Mac e moltissimi altri gruppi degli anni '80.. già da piccolissima adoravo togliere gli LP dalle rispettive copertine, metterli sul giradischi e.. ballare!!  Mia mamma mi ha insegnato molto a riguardo ed e' stata sempre lei una quindicina di anni fa a regalarmi il mio primo programma di produzione audio di nome Music Maker in floppy disk. Dunque i primi approcci alla produzione sono dovuti a lei. La  passione per le radio, invece, me l'ha trasmessa mio padre, quando da piccola mi portava con lui alle varie emittenti radiofoniche dove lui lavorava e dove mi regalavano sempre caramelle e… dischi promozionali!!
 
K: Ci puoi descrivere il tuo dj-set?
MJ: Innanzitutto ogni mio dj-set e' differente. Mi baso innanzitutto sul tipo di pubblico che ho davanti: a volte mi e' capitato di soffermarmi più su uno stile funky sacrificando parte del set più tribale e deep, a differenza di altre volte dove invece ho sviluppato la parte più' techno e minimale. Per fare un esempio, a Detroit, in un locale gay, ho suonato molto funky, a differenza dell'ultimo festival in Romania dove ho suonato pura techno e minimale, o qui ad Ibiza dove suono più' deep e techno.
 
K: Sei riuscita ad unire la passione per la musica allo studio delle lingue, lavorando come interprete e traduttrice nel ramo legale musicale.
Ti è mai capitato di lavorare con qualche collega dj in entrambe i campi?
MJ:  A Londra mi sono specializzata, finita l'Università di Lingue Straniere, nel ramo di Interpretariato.  Durante la mia carriera di interprete e traduttrice ho collaborato con agenzie inglesi e greche su questioni abbastanza complesse del settore, come ad esempio sui diritti di autore ed altri affari all'interno delle Olimpiadi di Atene del 2004. La persona che dieci anni fa mi parlò a riguardo della possibilità di unire la passione per la musica con i miei studi di Interpretariato legale e' un DJ di nome Luca Ricci che, in quegli anni, viveva come me a Londra. A parte lui, che posso considerare un po' come il mio "mentore", non ho mai avuto la possibilità' di trattare questo argomento con altri colleghi/e DJ.
 
K: Viaggi molto per i tuoi tour, e hai anche vissuto tanti posti diversi, come  Londra, l’Italia e la Spagna. Che rapporto hai con il viaggio?
MJ: Adoro viaggiare. Sin dall'adolescenza ho viaggiato moltissimo. Sia con i miei genitori che per lavoro nei villaggi turistici sparsi per Africa e America Centrale. Sono stata per esempio in Egitto, Tunisia, Messico, Santo Domingo, Cuba, Honduras. Inoltre in tour come DJ negli Stati Uniti e Canada ho potuto visitare molte città' come Seattle, Chicago, Detroit, Philadelphia, New York, Miami, varie luoghi nel New Mexico, Colorado, poi Vancouver ecc… Ultimamente ho avuto la possibilità' di esibirmi anche a Dubai, in Macedonia, Romania, Albania, Grecia, Georgia, Svizzera.. Il mio sogno nel cassetto e' girare tutto il mondo con il mio trolley da DJ!! Sto lavorando sodo per realizzare il mio sogno!
 
K: Quanto rosa c’è nella tua vita?
MJ: Più' che rosa, Fucsia.. Comunque moltissimo! A volte penso troppo! A partire dai capelli  (ndr. Capelli Fucsia e Neri)
 
K: C’è il titolo di una canzone, di un film, una citazione, un proverbio o un tuo pensiero che dedicheresti alle lettrici di MRS, che contenga la parola “rosa”o“pink”?
MJ:  Mi vengono subito in mente gli Aerosmith (Pink), Ac/DC (Sink in Pink), Prince (Pink Cashmere), The Cure (A Pink Dream), David Bowie (Pretty Pink Rose), Outkast (Pink&Blue), Bruce Springsteen (Pink Cadillac) e per finire le Sugarbabes (My love is Pink). Una bella citazione e' quella dell' affascinante Audrey Hepburn  "I believe in pink. I believe that laughing is the best calorie burner. I believe in kissing, kissing a lot. I believe in being strong when everything seems to be going wrong. I believe that happy girls are the prettiest girls. I believe that tomorrow is another day and I believe in miracles"
 
 K:   Puoi consigliarci dei brani da mettere nell'ipod? Rosashokking naturalmente
MJ: Certo! Vi ho preparato la PlaYList di 14 canzoni per iPod su Youtube :
 
http://www.youtube.com/view_play_list?p=FCFD4868E22E9878
 
 
Missy Jay nel web:
www.myspace.com/djmissyjay
www.facebook.com/missyjaydj
www.youtube.com/djmissyjay
 
Missy Jay DJ-Set:
El Divino (Ibiza) http://www.youtube.com/watch?v=08M2Es-foO0
Pacha (Djerba) http://www.youtube.com/watch?v=FjE2Cf2xYUk
Xteria Festival (Romania) http://www.youtube.com/watch?v=zXgttc0V_3U
Summer Party (Zurich) http://www.youtube.com/watch?v=yNtroKnZ7as
PopCorn Club (Greece) http://www.youtube.com/watch?v=-I82zSXkbm4
Papeete Beach (M.Marittima) http://www.youtube.com/watch?v=Eov0f0ZvDxw
Fabric (Italy) http://www.youtube.com/watch?v=LIdz_8cBtCc
 
 
Ascolta i mix di Missy Jay:
www.soundcloud.com/djmissyjay
 
Tag:  Missy Jay, Ibiza, techno, minimal, tribe, dj donna

Commenti

12-08-2013 - 15:05:57 - anonimo
Yeh
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni