Dj Rap in Consolle

Votata per 10 volte dj numero 1 femminile nel mondo (da Dj Top 100 Dj Mag e Mixmag, al Winter Music Conference di Miami e da Shejay.com) DJ Rap è una regina della consolle! Guidata dalla passione per la musica, l'arte e la recitazione, produttrice musicale, designer e attrice, il suo è decisamente un 'multi-talento'

di Karin Tononi

Pubblicato sabato, 10 settembre 2011

Rating: 4.2 Voti: 17
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Charissa Saverio in arte dj RAP è nata a Singapore e vive a Los Angeles.
Suona il genere progressive house, dubstep e drum ‘n bass. Quando è in consolle si sente VIVA! Nelle sue serate non porta nessun portafortuna, conta solo sulle sue capacità. Ha molte passioni: dall’equitazione alla recitazione, poi il cinema, le arti marziali, l’arte, leggere e  anche il fashion-design. Collabora infatti con "Girl on Top", un marchio di design di Los Angeles.
 

Karin vs dj Rap

K: Ciao Charissa, quando hai deciso di iniziare il percorso di dj?
dj Rap: Non l'ho scelto, è questo ruolo che ha scelto me. All’inizio avrei preferito fare l’attrice, ma la passione per la musica ce l’ho fin da piccola. Infatti ho imparato a suonare il pianoforte classico all'età di 6 anni, oltre al fatto che sono in primis una cantautrice prima di tutto. In seguito mi sono innamorata del lavoro in studio, nella produzione musicale. Mi sento una nerd nel cuore, amo la tecnologia.

K: Fare la dj è per te più passione per la musica che per il club?
dj Rap: Certamente è sempre stata solo e unicamente una passione per l’arte di far musica, non per raggiungere la fama, ma proprio per la creatività e il rispetto verso questo mestiere.

K: Quanto tempo hai impiegato per imparare a fare la dj? Sia per la parte artistica che per quella tecnica.
dj Rap: In realtà tutt’oggi mi sento in continua evoluzione, anche se questo lavoro lo faccio  da più di 15 anni. Inoltre, insieme all’aspetto artistico e tecnico, ora sto imparando a promuovere me stessa. Mi impegno duramente, anche perché ho due etichette da gestire e scrivo come cantautrice. Ma le cose che faccio e vorrei fare sono davvero molte. E ancora oggi continuo a imparare, non si finisce mai!

K:Come descriveresti la scena femminile delle dj in America?
dj Rap: Ci sono molte brave dj, ma è un peccato perché non vedo abbastanza produzione musicale da parte delle “signore” e spero che questo aspetto cambierà. Ecco spiegato il perché ho tanta voglia di produrre musica, ed è un privilegio poterlo fare.

K: Come ti trovi quando suoni con altre donne dj? 
dj Rap: Mi sono sempre trovata bene, anche perché ho suonato con dj considerate tra le migliori, come Sandra Collins, dj Irene, Smoking Jo, solo per citarne alcune. Sono stata votata dj n.1 al mondo per 10 anni di fila, ma credo che siamo davvero in molte a essere brave. Ribadisco che però dovremmo distinguerci di più per la produzione musicale.

K: C’è un tuo dj-set che non dimenticherai mai? Perché?
dj Rap: Sono troppi… uno in Corea è stato sorprendente! Poi a Glastonbury, al Millennium Dome di Londra, al Pacha di Ibiza, questi sono alcuni che ricordo per il pubblico grandioso che c’è stato.

K: Se non avessi fatto la dj che strada pensi avresti intrapreso?
dj Rap:Senza dubbio l’attrice!

K: Quale donna al mondo ammiri particolarmente? Perché?
dj Rap: Mia madre. Per la sua gentilezza, il suo umorismo, il suo… tutto. I personaggi noti non mi ispirano, tranne Madre Teresa.

K: Hai collaborato alla realizzazione di diversi progetti musicali, come alcune musiche per la Play Station, per la pubblicità, colonne sonore di film. Ora stai lavorando a qualche nuova idea in particolare?
dj Rap: Sto lavorando in studio proprio in questi giorni per un film, 'Isolation', in cui ho recitato nel ruolo di protagonista: è stato davvero emozionante. Anche scrivere canzoni per altri artisti pop come l'Australian Idol, Stan Walker, che sarà pubblicato il prossimo anno con la Sony. Sarò conduttrice di uno show tv che inizierà la prossima primavera, che mi porterà in giro per il mondo. Quindi per me è un momento molto emozionante e intenso.
Sto infatti prendendo una pausa dal tour delle mie serate per lavorare di più in studio.

K: Come ci hai appena accennato sei stata protagonista del film “Isolation”. Cosa ti ha dato questa esperienza?
dj Rap: Recitare è una passione per me, al pari della musica. Studio a una scuola di recitazione, ed è un'esperienza incredibile entrare in personaggi così diversi, si impara tanto dal punto di vista umano ed è una grande prova con se stessi. L’esperienza in “Isolation” è stata la scintilla, ora sono in fiamme!

K: Com’è il tuo look quando suoni in consolle?
dj Rap: Mi piace sempre curare il mio look quando suono, riflette il genere di musica che sto suonando. Non vesto troppo sensuale, perché credo che sminuirebbe le mie capacità.

K: Dove fai shopping di solito?
dj Rap: Non dedico molto tempo allo shopping, ma quando lo faccio il mio posto preferito è Beverly Hills, Rodeo Drive per l’esattezza.

K: Quanto rosa c’è nella tua vita?
dj Rap: Eh ragazze, mi spiace ma non sono molto “rosa”… tra peluche o unghie lunghe, tendo più per il blu mare o il nero!

K: Ci puoi suggerire delle tracce da ascoltare?
dj Rap: Certo, ecco alcuni pezzi house che sono attualmente i miei preferiti:

Rossel ft Emma “Dancing with strangers” (2007 – progressive house)
Lil Louis “French Kiss” (1989 – house)
Fratti “You got the love” (2011 – house)
Metamatics “Personal Jesus” (2007 – elettronica)
e naturalmente vi invito ad ascoltare anche la mia musica nel mio sito:
www.djrap.com!!!


Dj Rap live sul web:


Vedi il videoclip del singolo, "Good To Be Alive - 2011" di dj Rap: http://www.youtube.com/watch?v=fyongqQAZ9k&feature=related
Tag:  Dj Rap, progressive, dj donna, produttrice musicale, designer, attrice, Isolation

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni