La vocalist Jeanine in Consolle

Questa settimana torniamo a parlare di vocalist sulle pagine dance di Mondo Rosa Shokking con Jeanine, la cui bellissima voce è stata scoperta per caso - e per la fortuna del suo pubblico - in un famoso locale milanese. E a Milano, gli amanti della house music, potranno ascoltarla per tutta la prossima stagione!

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Jeanine Cataline Facco, in arte Jeanine, è nata in Colombia, a Bogotà, e oggi vive a Milano. Canta come vocalist in discoteche dove va per la maggiore la house commerciale e la club house. Quest'anno, per chi la volesse vedere all'opera, imperdibile sarà la nottata del mercoledì firmato Hollywood di Milano, in compagnia di Paul Richard dj. Nelle sue serate adora caricare di energia e trasmettere tutta la sua adrenalina e positività! Tutto questo coinvolgendo al massimo il pubblico attraverso la sua voce, ma lasciando naturalmente tanto spazio alla musica!! L'importante per lei è la creatività! Durante le sue serate, come porta fortuna, indossa un gioiello realizzato dalla sua migliore amica, Michela Morellato - di cui è anche testimonial – e si tratta di ciondoli con all'interno la testa di un elefante: “Da quando li metto mi va sempre tutto alla stragrande!! E a chi l’ho consigliato ha portato una fortuna pazzesca, giuro!”. E' appassionata di sport, in particolare frequenta la palestra e pratica tutti i corsi possibili. Ovviamente, poi, tra le sue passioni c’è la musica: “Mi aggiorno sempre e studio la ‘old music’ che è sempre bella da cantare durante le serate”. Adora il sole e le località di mare. Spesso va allo stadio: “Il calcio mi è sempre piaciuto!”. Ama le novità e cerca di stare sempre a contatto con persone interessanti da cui può apprendere nuovi punti di vista, stili e culture. Ma al primo posto resta il viaggio: “Viaggiare è la mia passione più grande...”. Mentre non sopporta l'ignoranza e la maleducazione delle persone.


Karin vs Jeanine

Karin: Ciao Jeanine, quando hai iniziato a fare la vocalist?
Jeanine: Ho iniziato nell'ottobre del 2009, lo ricordo come se fosse ieri! Ero al Cafè Atlantique e il vocalist resident del locale, Juri N-Joy, scherzando mi passò il microfono. Io, che non conosco la timidezza, iniziai a incitare le persone usando la mia voce: incredibile, trasmettevo un’energia pazzesca e tutti mi ascoltavano, e applaudivano... fu meraviglioso!! Il proprietario dell’Atlantique, Gabon, mi notò e mi propose di iniziare come vocalist in un altro suo locale,  a Desenzano del Garda, il Biblò. Quello fu il principio del mio viaggio in questo pazzo mondo della notte.

K: Quali sono secondo te le caratteristiche di una vocalist?
J: Ognuna di noi ha caratteristiche diverse e per questo si contraddistingue dalle altre. C’è chi canta meglio, chi carica di più il pubblico che salta tra i tavoli, chi ha un look più particolare,
ma sicuramente per essere brava ci vuole grinta, fiducia in sé stessi e tanta tanta energia da trasmettere a un intero locale!

K: Ti manca Bogotà?
J: Ci sono nata, ma sono in Italia sin da piccola; avevo solo 3 anni quando mia madre si trasferì. Non mi manca Bogotà in particolare... mi manca il calore del Sud America.
Ogni anno, infatti, visito una o due città diverse del Sud e Centro America. Praticamente vado a ricaricare le batterie. L’energia che mi trasmette quel continente è straordinaria!

K: In Italia sei nota non solo come vocalist, ma anche per aver partecipato a programmi televisivi come “Uomini & Donne” e “Saturday Night Fever”. Cosa ti hanno dato queste esperienze televisive?
J: Sicuramente hanno alzato il mio tasso di popolarità. Sono state esperienze molto divertenti, ho imparato molte cose e conosciuto tante persone, che poi mi hanno consigliata al meglio nell’intraprendere il mio cammino verso questo lavoro.

K: Anche il gossip ti ha vista protagonista con il calciatore Mario Balottelli. Se ti va di parlarne, si è trattato solo di gossip?
J: Preferirei evitare di parlare di una persona ormai così poco interessante ai miei occhi.

K: Quanto è importante per te la complicità in consolle con il dj?
J: Moltissimo!!! E' importante essere complici non solo tecnicamente, ma anche mentalmente. E’ come fare un viaggio mentale, questo lavoro: noi viaggiamo nella musica e se non siamo complici l'uno con l’altra rischiamo di andare fuori tempo o di sovrapporci. Io, con la musica, è come se giocassi. E se il dj gioca con me faccio un torneo con tutto il locale!!! (Metaforicamente parlando, s’intende)

K: Quale dei tuoi vocal set non dimenticherai mai e perché?
J: La serata al Pineta di Milano Marittima credo sia quella dove mi sono divertita di più! Tutti mi mettevano timore, ma credo che sia il locale dove mi sono sentita maggiormente a mio agio. Uno staff così complice e gentile non lo avevo mai incontrato. Indimenticabile!

K: Con quale dj-donna ti sei trovata bene a lavorare?
J: Generalmente lego con tutte le dj, è difficile che mi trovi poco in sintonia. Con Loira Linda Dj mi sono particolarmente divertita! Oltre a suonare lei è ballerina e in consolle fa dei numeri pazzeschi, con tanto di ‘spaccate’ mentre suona... è un vero piacere lavorare con una dj cosi brava, pazza e grintosa!

K: Come lo vedi lo scenario delle vocalist al femminile?
J: Da donna lo adoro! E credo che anche i nostri amici maschietti apprezzino molto! La voce di una donna sicuramente è molto più melodica rispetto a quella maschile. Se poi ha talento ed è in grado di coinvolgere a 360 gradi un locale, ci sono tutti gli ingredienti migliori.

K: Come prepari il tuo look per le tue serate?
J: I costumi di scena solitamente me li faccio fare da una mia segreta costumista di cui sono tremendamente gelosa, Flavia Cavalcanti. Ma se devo scegliere lo stilista che prediligo, o a cui mi ispiro nel campo della moda, sono DIN e DAN con il marchio DisquareD. Tendenzialmente mi vesto per le serate in base all’umore, non ho una linea standard, adoro indossare ogni volta un abito nuovo! Se ci sono temi particolari cerco di essere ‘intonata’ per l’occasione... ma l'effetto sorpresa non tradisce mai!

K: Dove ti piace fare shopping?
J: Sono sempre alla ricerca di novità, compro in tutte le città, non ho un negozio o un marchio fisso.. sono istintiva e spontanea e quando noto qualcosa che mi piace, ovunque io sia, lo acquisto. Si, amo viziarmi !

K: Una donna che ammiri particolarmente e perché?
J: Stacy Ann Ferguson, conosciuta come Fergie, la singer del gruppo The Black Eyed Peas.
Adoro la sua carica, fatta di grinta e sensualità, che la rende sempre e comunque esplosiva. Come artista la trovo completa in tutto e per tutto.

K: Quanto “rosa” c’è nella tua vita quotidiana?
J: Inizialmente ho dedicato tutte le mie energie a questo lavoro e non davo spazio al cuoricino. Ma ultimamente più che rosa sta diventando fucsia...

K: Rosa shokking?
J: Non dico altro, vorrei che la mia vita privata – questa volta – restasse tale…
Tag:  Jeanine, vocalist, Hollywood, Milano, Bogotà

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni