Questa settimana alla Consolle Rosa Shokking Paola Testa

Ha iniziato come vocalist, si è formata sui banchi di Radio Italia Network - la prima voce femminile dell'emittente! - e ora è approdata sull'isola di Ibizia. Cosa fa qui? La conduttrice radiofonica, la dj e.. la mamma!

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Paola Testa
Paola Testa è nata a Roma e vive nella meravigliosa isola di Ibiza dove sta suonando al Global Radio. Paola, inoltre, è una dj mamma e il suo bebè ha 23 mesi. Musicalmente parlando – anzi, suonando – si è “convertita” a quel mondo che viene definito come “New Disco”

Karin vs Paola Testa

Karin: Ciao Paola, hai iniziato come conduttrice radiofonica o già suonavi come dj in consolle?
Paola: Ciao a te Karin! Si, è stato lavorando in radio che ho imparato a stare in consolle. Prima facevo la vocalist in discoteca e nei raves e ammiravo chi metteva i dischi, sognando che un giorno avrei imparato anch’io e occupato quel posto in consolle. Anche se, a dire il vero, questo era un sogno che già avevo prima di fare la vocalist, prima di lavorare in radio… E' stato mio sogno fin da tredicenne, quando misi per la prima volta piede in una discoteca (che era il Piper di Roma, per la precisione!).

K: Quanto della tua esperienza in radio porti in consolle?
P: Tantissimo, e sai cosa prima di tutto? La cultura musicale che secondo me è fondamentale per un dj, indipendentemente dalla musica che mette…

K: Chi è il tuo "guru" in consolle?
P: Guru? Wow che parolone! A parte il Dalai Lama non ho guru. Ci sono dj’s che mi piacciono molto, ma casualità vuole che i miei preferiti mettano musica completamente diversa dalla mia! (Musica che io non farei mai!)
E forse mi piacciono proprio per questo, perché quando li ascolto sento qualcosa di diverso da quello che avrei scelto in tutto e per tutto, ma comunque mi danno delle emozioni. Il primo è Tiesto, poi Sasha, il mio amico Francesco Farfa, Osunlade, Jeff Mills..

K: Qual è il tuo dj set che non dimenticherai mai e perchè?
P: Forse una notte che andai a lavorare a Lugano sotto una nevicata storica. Non ero neanche sicura che avremmo raggiunto la discoteca prima di farci lasciare a piedi dalla macchina. All’inizio pensavo che nessuno sarebbe venuto con una tempesta così forte.. Invece, piano piano, il locale iniziò a riempirsi fino a diventare un festone pazzesco! E, dulcis in fundo, alle h 5.00 della mattina quasi non riuscivamo a uscire dal locale per quanta neve era caduta!!! Era come se ci sentissimo tutti parte di una avventura comune! E mentre ci si aiutava a vicenda per spalare il vialetto di uscita dal parking ricominciò a nevicare!!! Che fare? Niente! Mettemmo un mio cd nello stereo della macchina di un tipo che aveva un gran Subwoofer… E rimanemmo li a ballare! Mi ha ricordato i dopo serata di quando ero più piccola…

K: Quella della dj donna è una figura molto richiesta. Secondo te non c'è più distinzione tra uomo o donna dj? Possiamo ormai dire che l'importante è la musica?
P: Dipende, qui a Ibiza il sesso in consolle non fa alcuna differenza, come anche in Svizzera, per esempio. In Italia mi è capitato invece di parlare con dei ragazzi che sono venuti in consolle dicendomi: “Wow, una donna in consolle.. che cosa strana!”

K: Anche in radio la voce femminile ha dovuto farsi spazio. Tu sei stata la prima voce femminile di Radio Italia Network: puoi raccontarci anche questa tua conquista?
P: È stato indimenticabile e un'enorme soddisfazione! Immagina: la prima voce femminile nella radio che ascolti da sempre e nella qual fantastichi di lavorare come obbiettivo della tua carriera. Ho messo tutta la mia professionalità e mi sono comportata come un maschio: niente vezzeggiamenti, niente vanità, piedi per terra e voglia di imparare. Ecco svelato il trucco! Se poi i consigli e gli insegnamenti ti vengono da persone che stimi, allora tutto diventa più facile, perché parti dal presupposto che quello che ti dicono sia giusto. Nel caso di Italia Network il mio amico e ex-capo Michele Menegon (alias Michael Hammer) mi ha bacchettato davvero tanto, però allo stesso tempo è riuscito ad evitare gli angoli spigolosissimi del mio carattere. Insomma ha saputo prendermi per il verso giusto! Poi il mio secondo direttore artistico, Gigio D’Ambrosio, quando passai a Radio 101 Network, fece lo stesso, con il suo essere “orso” e il suo carisma. Queste sono le 2 persone che, per prime, hanno creduto in me e mi hanno fatto diventare professionalmente quella che sono oggi!

K: Quanto "rosashokking" c'è nel tuo quotidiano?
P: Tantissimo! La mia cabina armadio è rosa shokking. E pensa che ci entro dentro ogni giorno!!!

K: Che rapporto hai con il viaggio?
P: Adoro essere una viaggiatrice, detesto essere una turista..

K: Leggerai un libro in particolare questa estate?
P: Normalmente leggo un libro a settimana.. a quale settimana dell’estate ti riferisci?

K: Puoi consigliarci 10 brani da mettere nell'ipod? "Rosashokking" naturalmente!
P: Si, ma saranno 10 brani che hanno pochissimo a che vedere con le disco e con la dance… pronta?

K: certo!

Cover di Stevie Ray Vaughan “Little Wings” original di Hendrix (rock/blues)
Django Reinart “Minor Swing”(1949 - Jazz)
Idris Muhammed “Could Heaven Ever Be Like This” (1977 - afro/jazz)
Cover di Mongo Santamaria “Afro Blue” original di J.Coltrane, versione “live” (1970 - afro/jazz)
Manuel Gottsching – album “E2/E4” (1981 - elettronica)
Manu Dibango “Soul Makossa” (1992 - afro/jazz)
Fujia & Miyagi “Transparent Things” (2007 - electro/kraut)
Klaus Shulze “ Synphara + Cyborg” (2008 - elettronica/sperimentale)
Lindstrom & Prins Thomas “Mighty Girl” (2009 - italodisco)
Franz Ferdinand “The Vaguest of Feeling” (2010 - indierock)



LINK di PAOLA:
myspace: myspace.com/paolatesta


http://www.riccardosada.co.uk/

Tag:  Radio Italia Network, Global Radio, Ibiza, New Disco, Riccardo Sada

Commenti

18-06-2013 - 22:42:57 - Mimmo
Ciao Paola sono Mimmo Ierone ti ricordi di me? Spero che mi contattarai sono su FB vorrei salutarti cioooooo
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni