Come ti vorrei di Anna Mittone

Una donna in bilico tra la maturità richiesta dai suoi quarant’anni e l’occasione di rivivere la spensieratezza di quando era ventenne

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Piemme
Può un invito a una serata tra vecchi compagni di studi sconvolgere una quarantenne con un suo equilibrio, un lavoro da avvocato e un compagno, Pietro, con cui convive da anni, risvegliando in lei le stesse sensazioni di venti anni prima?

Entusiasmo ed eccitazione misti a un velo di timidezza e di inquietudine sono gli stessi - vecchi e ben noti - sentimenti che Francesca si ritrova a provare quando il suo amore dei vent’anni, Fabrizio, la invita a quella serata.

Mentre passa le giornate a litigare con Pietro sempre più frequentemente e nottate insonni collegata su Facebook alla ricerca della versione ormai quarantenne di tutte le sue vecchie amicizie, cresce in lei la voglia di sentirsi ancora una volta spensierata e giovane.

E anche quando sulla soglia di casa Pietro la mette di fronte a una scelta tra lui e la sua voglia di risvegliare e rivivere la propria giovinezza, Francesca non fa altro che sussurrare un “Mi dispiace” e chiudersi la porta alle spalle.

Ma quali saranno le conseguenze di questa decisione?

Che cosa troverà una volta tornata a Torino? Può essere d’aiuto il fatto che Fabrizio “da grande” si sia messo a comprare i locali che frequentava da ragazzo con gli amici, come a non voler perdere quei luoghi e tutti i ricordi che includono?  Francesca incontrerà qualcuno di inaspettato che le farà battere il cuore? O forse il coraggio di decidere di partire e lasciare Pietro si rivelerà inutile e tornerà sui suoi passi?

Tuffatevi nella lettura del nuovo romanzo di Anna Mittone per scoprirlo e vi ritroverete a leggerlo tutto d’un fiato!


10 settembre '13, Piemme
pp. 208
Prezzo di copertina € 12,90
Tag:  Anna Mittone, Come ti vorrei, Edizioni PIEMME, Amore, Amicizia, Ricordi, Gioventù, Torino

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni