Cura te stesso con i punti di pressione cinese di Laurent Turlin

Trattare malattie comuni e restare in salute con l'acupressione

di Silvia Menini

Pubblicato giovedì, 10 ottobre 2019

Rating: 5.0 Voti: 1
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Nuova Ipsa editore
Un gesto semplice come quello di massaggiarsi le tempie proprio quando si ha mal di testa o quello di strofinarsi i palmi delle mani prima di mettersi al lavoro o mangiare per stimolare l’appetito o l’energia, affonda le sue origini proprio nella digitopressione cinese. Un gesto che si fa in automatico ma che nasconde un significato più profondo.

L’acupressione (o digitopressione) è proprio una tecnica di automassaggio integrata nella medicina tradizionale cinese e basata sulla stimolazione di quei punti energetici (che sono gli stessi dell’agopuntura) e che permette di stimolare l’energia del corpo e le sue funzioni principali. I risultati sono spesso immediati e percepibili, soprattutto quando si tratta di crampi e dolori muscolari, singhiozzo, raffreddore, nausea e molto altro ancora. Ma i benefici non sono solo fisici… si possono ottenere anche ottimi risultati dal punto di vista psicologico, come ad esempio la depressione, l’ansia, l’insonnia, combattere lo stress che, a sua volta, causa non poche malattie fisiche. Un modo semplice per prendersi cura della propria salute e prevenire o curare quei malanni che spesso ci tormentano senza riuscire a trovare una vera soluzione.

Nella Medicina Tradizionale Cinese il Qi rappresenta l’energia vitale della persona che circola nell’organismo e si suddivide in quella originaria, di cui siamo dotati fin dalla nascita, quella fornita dai cibi che mangiamo e quella del cielo, cioè quella che respiriamo. Il Qi, è quindi facile intuire, è il fondamento della vita umana.

Spesso però il Qi viene compromesso dallo stile di vita, da ciò che mangiamo, dallo stress, da emozioni in eccesso… e va ripristinato quanto prima.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese le cause della malattia si possono ricondurre a uno squilibrio che colpisce uno o più organi o visceri nonché di uno squilibrio nella rete di comunicazione dei canali dell’energia (i meridiani).

Come l’agopuntura, l’acupressione è tesa a ripristinare il libero fluire del Sangue, dei fluidi corporei e del Qi, agendo su punti collocati sui canali di energia del corpo (i famosi meridiani) e permette di risolvere blocchi fisici ed emozionali, migliorare la salute, sviluppare la flessibilità di legamenti e articolazioni, aumentare la longevità e riscoprire pace e serenità.

Questo pratico manuale è un ottimo alleato a tutti coloro che vogliono approcciare questa tecnica e risolvere i mali più comuni senza l’intervento di farmaci. Il testo è strutturato in modo semplice e di facile comprensione partendo dai principi base della Medicina Tradizionale Cinese, per passare poi a una sintetica ma completa spiegazione di cosa sia l’acupressione, le tecniche complementari, per passare poi ai 12 punti chiave che sono immancabili. L’ultima sezione è invece dedicata al trattamento di malattie comuni come ad esempio i disturbi digestivi (gonfiore e gas, stipsi, diarrea, singhiozzo,…), disturbi ORL (allergie stagionali, asma, acufeni, mal di gola, sinusite…), dolenzie e dolori (dolore addominale, costale, agli arti, mal di schiena…), disturbi ginecologici, sessuali e urinari (amenorrea, incontinenza urinaria, disfunzione erettile, mestruazioni dolorose…), psichici e nervosi (epilessia, stanchezza, problemi di memoria, palpitazioni, perdita di coscienza…) e la prevenzione

Un libro di facile consultazione, impostato in maniera semplice e intelligente, che consiglio caldamente e che dovrebbe essere immancabile nelle proprie librerie.


22 febbraio 2018, Nuova Ipsa Editore
Pagine 160
Prezzo di copertina €25,00
Tag:  Cura te stesso con i punti di pressione cinese, Laurent Turlin, Nuova Ipsa editore, agopuntura, digitopressione, acupressione, meridiani, punti, Medicina Tradizionale Cinese

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni