Di asini e di boschi di Alfio Scandurra

Il racconto di una esperienza unica vissuta a stretto contatto con la natura

di Laura Argelati

Pubblicato giovedì, 16 aprile 2020

Rating: 5.0 Voti: 8
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Ediciclo
Un manutentore di giardini e tree climber e un asinello di nome Fiocco, insieme alla riscoperta del contatto con la natura, quella con la enne maiuscola che riesce a trasmettere emozioni, che regala la sensazione di camminare tra le nuvole.

Camminando a passo lento fianco a fianco con l’asinello, Alfio ha ammirato le stelle, il chiarore dell’alba, la maestosità degli alberi, goduto della freschezza del vento sulla pelle e imparato a riconoscerne i suoni, riscoperto tesori nascosti, rasserenato la mente. E ha imparato soprattutto a riconnettersi con la natura, vivendo la sacralità del bosco addentrandosi tra gli alberi senza avere fretta di scovare l’orizzonte, colmando le narici del profumo del muschio, sfiorando con mano la sofficità dell’erba, seguendo con lo sguardo la vita del regno animale.


Accompagnato dal fedele amico a quattro zampe, dai sorrisi delle persone incontrate durante il cammino, della generosità che si è rivelata sostegno e assaporando passo dopo passo il contatto con la natura, Alfio ha potuto riscoprire la più autentica sensazione di libertà, grazie ad una esperienza in cui “la natura è la via della salvezza”.

“Di asini e di boschi” di Alfio Scandurra edito da Ediciclo è il racconto di una insolita e preziosa amicizia e di una esperienza unica, amplificata dall’empatia tra uomo e animale e dal salvifico contatto con la natura.


12 marzo 2020, Ediciclo
Pagine 176
Prezzo di copertina €15,00
Tag:  Di asini e di boschi, Alfio Scandurra, Ediciclo, Natura, Animali, Asinello, Cammino, Esperienze di vita

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni