Il cielo non è per tutti di Barbara Garlaschelli

Due giovanissimi protagonisti in fuga da una vita opprimente

di Laura Argelati

Pubblicato giovedì, 11 aprile 2019

Rating: 5.0 Voti: 4
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Frassinelli
Ogni bambino dovrebbe pensare a godersi la spensieratezza dell’infanzia, a sognare in grande per il proprio futuro, crogiolarsi nella fantasia e nella leggerezza, ma purtroppo non per tutti è così. Ci sono bambini e ragazzini costretti a portarsi addosso il peso del comportamento dei grandi.

E’ così anche per Giacomo e Alida. Il primo è un tredicenne che vive cercando di accaparrarsi le briciole di tempo che il fratello diciassettenne può riuscire a ritagliare per lui, facendo i conti giorno dopo giorno con un padre che scocca occhiate tanto fredde quanto cariche di dissenso.  Alida è una bambina intimorita dall’aggressività e dall’ansia smisurata della madre, una ragazza fuggita dall’Albania credendo di aver trovato una vita migliore e che invece si è ritrovata vittima di un marito violento che l’ha resa diffidente e nauseata da qualsiasi individuo di sesso maschile, un disgusto che sta cercando di inculcare anche alla bambina.

Fare i conti con tutto questo è difficile per due ragazzini e la fuga può apparire il modo migliore per scappare dalle tenebre che adombrano la loro vita.

Chi invece non potrà scappare dalle proprie responsabilità saranno le loro famiglie, faccia a faccia con i propri demoni e il proprio passato.

“Il cielo non è per tutti” di Barbara Garlaschelli edito da Frassinelli ha uno stile molto fluido che porta i lettori a divorare la storia in breve tempo, mossi soprattutto dalla curiosità di sondare le esperienze, le vicende e soprattutto le emozioni dei giovanissimi protagonisti.


26 febbraio 2019, Frassinelli
Pagine 255
Prezzo di copertina €17,90
Tag:  Il cielo non è per tutti, Barbara Garlaschelli, Frassinelli, Infanzia, Violenza, Fuga, Paura, Famiglia

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni