La pianta del mondo di Stefano Mancuso

Conoscere il legame tra uomo e mondo vegetale per apprezzarlo e tutelarlo

di Laura Argelati

Pubblicato sabato, 14 novembre 2020

Rating: 5.0 Voti: 7
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Laterza
Sono una presenza discreta nella nostra vita, eppure le piante costituiscono ben l’85% della biomassa terrestre ed inevitabilmente la loro esistenza è intrecciata alla nostra e viceversa.

Attraverso i sette capitoli che compongono “La pianta del mondo” edito da Laterza, il botanico Stefano Mancuso ci racconta ancora una volta le tante curiosità del mondo vegetale, arricchendo i testi con disegni realizzati da lui stesso.

Storie di piante che, intrecciandosi agli avvenimenti umani, danno vita alla narrazione della vita sulla Terra: alberi piantati durante la Rivoluzione americana e francese come simboli di indipendenza, uguaglianza e libertà, piante capaci di arrestare il riscaldamento globale, ceppi “zombie” capaci di vivere pur non avendo organi in grado di fare la fotosintesi. E ancora alberi perfetti per la creazione di tavole armoniche utilizzati da celebri liutai, piante capaci di risolvere alcuni casi giudiziari, l’albero vissuto ben 4900 anni e poi maldestramente abbattuto e piante che sono state tra i primi essere viventi a viaggiare nello spazio.

Un legame millenario, quello tra uomo e mondo vegetale, da conoscere e di cui fare tesoro per apprezzarne il valore e tutelarlo nel presente e nel futuro.

Dello stesso autore, pubblicati da Laterza, “L’incredibile viaggio delle piante”  (2018) e “La Nazione delle Piante” (2019).


17 settembre 2020, Laterza
Pagine 200
Prezzo di copertina €18,00
Tag:  La pianta del mondo, Stefano Mancuso, Editori Laterza, Botanico, Alberi, Piante, Storia, La nazione delle piante, L’incredibile viaggio delle piante

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni