Libere e sovrane. Le donne che hanno fatto la Costituzione

Di Micol Cossali, Giulia Mirandola, Mara Rossi, Novella Volani, Michela Nanut - Alla scoperta delle 21 donne facenti parte dell’Assembla Costituente italiana nel 1946

di Laura Argelati

Pubblicato venerdì, 5 giugno 2020

Rating: 5.0 Voti: 5
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Settenove
Non si può vivere il presente, apprezzare i diritti di cui godiamo oggi, senza conoscere la storia che ci ha portato a questo e i protagonisti e le protagoniste del passato a cui destinare il nostro grazie.

Era il 1946 quando le donne italiane andarono al seggio per la prima volta, in occasione del referendum istituzionale per scegliere tra Repubblica e Monarchia, eleggendo l’Assemblea costituente che dette vita alla Costituzione italiana. Di essa facevano parte 21 donne, contro 535 uomini, una presenza esigua ma incisiva, per avere voce a numerosi temi: alfabetizzazione, lavoro, previdenza sociale, parità tra i generi, abolizione dello sfruttamento legale della prostituzione, emigrazione, misure di sostegno all’artigianato e al commercio, reinserimento sociale, divorzio, aborto,  e molto altro.

Dalla giovanissima Teresa Mattei che suggerì nel 1945 di celebrare con il simbolo della mimosa la giornata dell’8 marzo, alle più famose Lina Merlin che con la legge del 1958 che porta il suo nome introdusse ireati di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, fino a Nilde Iotti prima donna a diventare Presidente della Camera, il volume per giovani lettori “Libere e sovrane. Le donne che hanno fatto la Costituzione” edito da Settenove ci accompagna alla scoperta delle 21 donne facenti parte dell’Assemblea Costituente e delle loro battaglie che hanno segnato la storia italiana.


4 giugno 2020, Settenove
Pagine 56
Prezzo di copertina €17,00
Tag:  Libere e sovrane le donne che hanno fatto la Costituzione, Settenove, Micol Cossali, Giulia Mirandola, Mara Rossi, Novella Volani, Michela Nanut, Costituzione italiana, Donne, Storia italiana, Libri per ragazzi

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni