Morte con lode di Betina Lilian Prenz

Una docente universitaria nei panni di investigatrice dopo l’omicidio di una collega

di Laura Argelati

Pubblicato lunedi, 4 novembre 2019

Rating: 5.0 Voti: 4
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Balduni+Castoldi
Giuseppe Meneghini rimette piede in università dopo un bel po' di anni: oggiè un ispettore e la sua visita, purtroppo, è dovuta al ritrovamento in un'aula del cadavere della professoressa Viviana Longo.

Una donna solare, conciliante, entusiasta nonostante le avversità della vita, da tempo destinataria di messaggi minatori accompagnati ogni volta da una rosa rossa. Tra le mura di casa della vittima, un marito non più lucido a seguito di un ictus, un ex avvocato assistito da una badante che non spicca per empatia e cordialità.

Tra le prime persone a giungere in ateneo dopo aver saputo della tragedia c'è anche la collega Sara Katz, pupilla della professoressa a lei cara già prima del suo arrivo in dipartimento.

Per l’affetto che la legava alla vittima, Sara non può esimersi dal tentare di scoprire chi abbia provocato la morte di Viviana Longo.

La verità verrà a galla solamente dipanando i misteri che aleggiano tra aule e corridoi, gelosie e malefatte, segreti del passato, con la determinata docente Sara Katz nei panni di detective al fianco dell’ispettore Meneghini.

“Morte con lode” di Betina Lilian Prenz edito da Baldini+Castoldi è il primo di una serie di gialli con protagonista la professoressa-investigatrice Sara Katz.


22 agosto 2019, Baldini+Castoldi
Pagine 249
Prezzo di copertina €17,00
Tag:  Morte con lode, Betina Lilian Prenz, Baldini+Castoldi, Omicidio, Indagine, Passato, Università

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni