Non è mai troppo tardi di Stefania Russo

Quando l'unione fa davvero la forza e regala gioie e soddisfazioni

di Laura Argelati

Pubblicato giovedì, 6 agosto 2020

Rating: 5.0 Voti: 9
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Sperling & Kupfer
84 e 700 sono due dei numeri che segnano la vita di Annarita: i suoi anni e l'ammontare della sua pensione.
La donna conosce bene i cambiamenti della vita anno dopo anno, la fatica di camminare, il valore di un aiuto quotidiano, la bruciante sensazione di sconfitta che nasce dal dover dipendere da qualcun'altro.

Vive nella periferia milanese in un complesso denominato il Mostro di cemento, aiutata dalla coriacea Olga, dalla nipote sedicenne Stella, dai vicini Ornella e Giorgio: tutti si prendono cura di lei nel miglior modo possibile, eppure ognuno deve fare i conti anche con i propri impegni, i propri pensieri, le proprie preoccupazioni. Per Olga adesso, a pesare sul cuore, è il pensiero della sorella gravemente ammalata, in Romania.


Serve una strategia per aiutarla e una Banca del Tempo potrebbe essere la giusta ancora di salvezza: per lei, per Annarita, per tanti residenti del Mostro.

Mettendosi a servizio degli altri con le proprie capacità, facendosi ricompensare per i propri insegnamenti e servizi, l'anziana e i vicini potranno ricevere e donare, aiutare Olga e sua sorella e soprattutto scoprire quanto beneficio può portare a tutti il senso di unità, condivisione e comunità.

"Non è mai troppo tardi" edito da Sperling & Kupfer è il romanzo d'esordio di Stefania Russo, un appassionante ritratto dolceamaro dei nostri tempi, perfetto per ricordarci il valore del tempo, della vita, della condivisione.


14 luglio 2020, Sperling & Kupfer
Pagine 249
Prezzo di copertina €15,90
Tag:  Non è mai troppo tardi, Stefania Russo, Sperling & Kupfer, Anziani, Solitudine, Condivisione

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni