Perfide di Roberta Balestrucci Fancellu e Jessica Cioffi

Donne che hanno segnato la storia con la loro perfidia e malvagità

di Laura Argelati

Pubblicato venerdì, 14 giugno 2019

Rating: 5.0 Voti: 9
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Hop Edizioni
Se si parla di donne perfide che hanno segnato la storia con la loro malvagità, alcuni nomi sono senza dubbio i primi a ricorrere alla mente di tutti: ad esempio quello di Lucrezia Borgia che nascondeva del veleno nell'anello che portava al dito, pronta a stroncare la vita di chi le risultava scomodo.

E ancora Anna Bolena, divenuta sposa di Re Enrico VIII, cheper stare al suo fianco fece rinchiudere la legittima consorte e allontanare da corte la figlia; un neo sul suo collo calamitava l'attenzione del Re e di chi le stava vicino, ma fu proprio sul collo che un colpo di spada pose fine alla sua esistenza, accusata di tradimento.

La figlia di Enrico VIII, Maria, crebbe carica di rancore e risentimento e una volta divenuta regina istituì la riforma detta "Marian Persecution" che prevedeva la morte al rogo per gli eretici.

E poi la Monaca di Monza che eliminò chi era a conoscenza della sua relazione illegittima da cui era addirittura nata una figlia, Bonnie Parker criminale al fianco del suo amato Clyde Barrow, la sorella del filosofo Friedrich Nietzsche detta "La Nazista" poiché sognava una nazione fatta solo di puri ariani.

Contesse, curatrici, finte bambinaie, guerriere, piratesse, spie, giornaliste tra le donne che nei decenni e nei secoli passati si sono macchiate di terribili crimini e atrocità, tutte raccontate in modo esaustivo, conciso e appassionante tra le pagine del volume "Perfide" edito da Hop Edizioni, scritto da Roberta Balestrucci Fancellu e illustrato da Jessica Cioffi.


24 aprile 2019, Hop Edizioni
Pagine 128
Prezzo di copertina €15,00
Tag:  Perfide, Roberta Balestrucci Fancellu, Jessica Cioffi, Hop Edizioni, Donne malvagie, Donne perfide, Storia, Rancore, Atrocità, Lucrezia Borgia, Anna Bolena, Bonnie Parker

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni