Polvere d’agosto di Hans Tuzzi

Un duplice omicidio, segreti massonici e spaccio nell’indagine a cura di Norberto Melis

di Laura Argelati

Pubblicato lunedi, 12 agosto 2019

Rating: 5.0 Voti: 4
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Bollati Boringhieri
Nell’agosto 1989 Norberto Melis è appena stato nominato Primo Dirigente di Pubblica Sicurezza della Questura di Milano quando arriva da lui un ladruncolo soprannominato piedini, all’anagrafe Luciano Boccamazzi.

A Melis l’uomo confessa che durante un furto in una villa nella periferia nord di Milano ha trovato il cadavere di un uomo con un coltello piantato in mezzo al petto.

Quando il commissario giunge sul presunto luogo del delitto accompagnato dallo scassinatore, niente però è fuori posto, anche l'antifurto risulta funzionante e non è presente alcun corpo privo di vita. 

Due settimane più tardi in quella stessa villa vengono ritrovati due cadaveri: l’ex professore universitario Bernardo Doccia d'Orni, interessato allo studio di società segrete e riti esoterici ad esse collegate, e il suo giovane maggiordomo. Il secondo è stato assassinato con un proiettile sparato in fronte, mentre il professore è stato accoltellato alla sua scrivania da chi senza dubbio aveva intenzione di farlo soffrire a lungo prima che la vita lo lasciasse.

Norberto Melis avrà il compito di dipanare una intricata matassa in cui il duplice omicidio si intreccia con i segreti degli ambienti massonici e i giri di spaccio della "Milano bene".

“Polvere d’agosto” è il nuovo romanzo di Hans Tuzzi, autore di una lunga serie di volumi con protagonista il Commissario (poi Vice Questore) Norberto Melis, tutti pubblicati da Bollati Boringhieri.


20 giugno 2019, Bollati Boringhieri
Pagine 246
Prezzo di copertina €14,00
Tag:  Polvere d’agosto, Hans Tuzzi, Bollati Boringhieri, Giallo, Poliziesco, Indagini

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni