Ridammi la mano di Ernesto Anderle

A 21 anni dalla sua scomparsa, una graphic novel dedicata a Fabrizio De Andrè

di Laura Argelati

Pubblicato sabato, 18 gennaio 2020

Rating: 5.0 Voti: 7
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Beccogiallo Editore
“Ma versò il vino e spezzò il pane, per chi diceva ho sete ho fame”, “Dormi sepolto in un campo di grano, non è la rosa non è il tulipano che ti fan veglia dall’ombra dei fossi, ma sono mille papaveri rossi” sono frasi impossibili da leggere senza trovarsi a canticchiarle e sentendo nelle orecchie la voce delicata di Fabrizio De Andrè.

A un ventennio di distanza dalla sua scomparsa, avvenuta l’11 gennaio 1999, Ernesto Anderle ne ripercorre i punti salienti della vita e i successi attraverso le pagine della graphic novel “Ridammi la mano” edita da Beccogiallo.

Frase dopo frase potrete vedere una canzone prendere vita davanti ai vostri occhi e probabilmente assaporarla con maggiore intensità di quanto abbiate mai fatto e rivivere l’indole e le tappe più significative della vita dell’artista: la sua inclinazione alla solitudine, il matrimonio e la paternità, l’amicizia con l’attore Paolo Villaggio o il collega Francesco De Gregori, il suo trasferimento in Sardegna per tornare alla semplicità, il rapimento assieme alla seconda moglie Dori Ghezzi per opera dell’Anonima Sequestri Sarda.

Un’opera coloratissima e appassionante, ricca di poesia ispirata ai pensieri e alle parole del cantautore genovese, per renderetributo alla vita e alla carriera di Fabrizio De Andrè.


31 Ottobre 2019, Beccogiallo
Pagine 160
Prezzo di copertina €18,00
Tag:  Ridammi la mano, Ernesto Anderle, Beccogiallo Editore, Fabrizio De Andrè, Musica, Canzone italiana, Biografia, Graphic novel

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni