Sotto cieli rossi di Karoline Kan

La Cina degli ultimi decenni raccontata dall’autrice vincitrice del Young China Watcher of the Year 2019

di Laura Argelati

Pubblicato giovedì, 13 agosto 2020

Rating: 5.0 Voti: 6
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Bollati Boringhieri
È il 1980 quando in Cina viene varata la politica del figlio unico per gestire l'aumento del tasso di natalità, che concedeva però alle famiglie di contadini di avere un secondo figlio nel caso il primo fosse stato una femmina.

Una legge rimasta in vigore fino al 2015, responsabile nel corso degli anni della scomparsa di oltre trenta milioni di bambine.

Nell'estate 1988 Shumin porta il grembo un figlio, un crimine secondo la legge vigente ed una delusione per i suoceri che la vorrebbero al lavoro a tempo pieno nei campi di famiglia. Il passo successivo per lei, secondo le direttive della Commissione per la Pianificazione Familiare, sarà quello di dimostrare tramite esami diagnostici l'uso di un anello contraccettivo per impedire nuove gravidanze. Secondo il destino e il suo spirito materno, invece, sarà la nascita di Karoline nel marzo 1989.

Mentre per le donne con due figli la nuova politica del governo prevedeva la chiusura delle tube, per evitare che la piccola diventi una "bambina in nero" non riconosciuta dal governo la famiglia dovrà pagare una multa per la sua nascita, per non condannarla ad una vita da fantasma senza possibilità di andare a scuola, lavorare, sposarsi, viaggiare.

È la stessa Karoline Kan a raccontare tra le pagine di "Sotto cieli rossi" edito da Bollati Boringhieri, la storia di sua madre e della propria famiglia, le folli politiche governative in vigore in Cina, i rapidi cambiamenti culturali e tecnologici del suo Paese, la vita dei millennials cinesi.

Un avvincente e amaro racconto narrato in modo lucido, schietto, accorato dall'autrice vincitrice del Young China Watcher of the Year 2019.


14 maggio 2020, Bollati Boringhieri
Pagine 304
Prezzo di copertina €16,50
Tag:  Sotto cieli rossi, Karoline Kan, Bollati Boringhieri, Cina, Millennials, Politica del figlio unico

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni