Stagione di caccia di Bruno Cannucciari e Emiliano Pagani

Un coinvolgente thriller a fumetti firmato dal duo Pagani - Cannucciari

di Laura Argelati

Pubblicato martedi, 28 gennaio 2020

Rating: 5.0 Voti: 5
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Tunué
In una casa isolata ai margini di un bosco vivono Tiziana, Emma e Giulia, che gestiscono una cooperativa di prodotti biologici in cui lavorano anche migranti. Le tre donne non sono viste di buon occhio dai cacciatori di zona, capeggiati dal vecchio Bruno, poiché le considerano un impiccio nella routine del loro paesino.

Quando un susseguirsi di furti getta nel panico gli abitanti, il conflitto finisce inevitabilmente per acuirsi, dal momento che i cacciatori sono convinti che i colpevoli si nascondano tra i migranti che lavorano nella cooperativa.

Tiziana, Emma e Giulia dovranno fronteggiare la psicosi generale che ha per capofila i cacciatori, nonostante il loro desiderio più grande sia quello di condurre una vita serena e pacifica che permetta loro di dimenticare un passato scomodo, un passato che invece sarà destinato a tornare a galla

“Stagione di caccia”, scritto da Emiliano Pagani e disegnato da Bruno Cannucciari, è un coinvolgente thriller a fumetti edito da Tunué in cui le indagini per un omicidio si intrecciano ai pregiudizi e all'intolleranza nei confronti di coloro che non fanno parte di una consolidata comunità, come purtroppo troppo spesso avviene al giorno d’oggi nelle nostre città.


7 novembre 2019, Tunué
Pagine 96
Prezzo di copertina €17,00
Tag:  Stagione di caccia, Bruno Cannucciari, Emiliano Pagani, Tunué, Graphic novel, Thriller, Intolleranza, Conflitto

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni