Tutta mia la città di Carlotta Pistone

Il racconto di un'estate realmente vissuta. E di un passato che ritorna. Il futuro? Non si sa. Quel che è certo è che riflettendo sulla vita qui si sorride parecchio…

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Piemme
Ci sono volte in cui le cose ti piovono addosso. In molti sensi. E’ quello che accade a Carlotta Pistone, nel suo nuovo romanzo edito Piemme e intitolato Tutta mia la città.

Il libro racconta una storia vera, in cui la protagonista, infatti, porta lo stesso nome dell'autrice. Vera l'estate di cui parla, vera la Milano deserta in cui si ritrova a trascorrere, almeno inizialmente contro la sua volontà, l’intero mese di agosto.

Il libro comincia con il racconto di un progetto, che ormai dovrebbe essere un dato di fatto: la partenza di Carlotta per una vacanza con le amiche alla volta di Ibiza. E' tutto pronto, lei e le valige sono pronte, quando proprio all'ultimo minuto il suo appartamento viene investito da un'onda anomala. La causa? Una perdita d'acqua nel palazzo del centro di Milano in cui vive circondata da personaggi decisamente agé, i pochi rimasti dopo il grande esodo del primo week end di agosto.

Le sue amiche prendono l'aereo, lei ovviamente no. Carlotta, però, non demorde, ha bisogno di prendersi una pausa dalla città alla quale crede di aver dato tutta se stessa per tanti anni, senza ricevere abbastanza in cambio. Peccato che il destino, o forse la stessa Milano, non abbiano alcuna intenzione di accontentarla e di lasciarla decollare.

Costretta ad arrendersi all’evidenza, con un messaggio su Facebook annuncia al mondo di volersi buttare dal Duomo. In realtà non ha mai avuto intenzione di farlo, tuttavia, si sa, la rete riesce a creare drammi anche quando non esistono, e visto che lei è davvero sparita dalla circolazione, tanto fisicamente quanto virtualmente, in molti iniziano a preoccuparsi per le sua incolumità. Compreso l'ex fidanzato, Michele (pure lui personaggio del libro e persona in carne e ossa), che a un certo punto si materializza di nuovo nella vita di Carlotta, sullo sfondo di atmosfere milanesi insolite e decisamente più affascinanti di quelle che di norma si leggono del capoluogo lombardo.

Le cose ti piovono addosso, dicevamo. Non solo acqua dal soffitto, per fortuna, ma anche quelle che hanno a che fare con il destino. Il destino di due persone che, tutto fa pensare, dovevano incontrarsi ancora, che ancora non avevano concluso la loro storia insieme, ma anzi, che stavano solo aspettando un’occasione, anche la più insolita, per ricominciare da capo.

Tutta mia la città è un romanzo tutto da scoprire, romantico, e anche molto, molto ironico, affollato di personaggi divertenti, fitto di situazioni esilaranti, che si legge tutto d’un fiato, come capita con ogni libro ben scritto.
La vita riserva sempre qualche sorpresa ed è bello sapere che a volte, certe sorprese, possono avere il sapore di una fiaba.


15 luglio 2014, Edizioni Piemme
pp. 308
Prezzo di copertina: 14,90 euro
Formato Kindle: 9,99 euro
Tag:  Tutta mia la città, Carlotta Pistone, Piemme Edizioni, Milano, agosto a Milano, ritrovare l'amore, Ibiza, amicizia, chick lit

Commenti

24-07-2014 - 19:25:50 - Sara
Nella mia libreria da Boccaccio a Dante, a Ildefonso,a Fabio Volo, a Margaret Mazzantini a Khaled Hosseini a E.L James ecc ci sono i libri scritti da Carlotta Pistone: 101 luoghi dove fare shopping a Milano, Lilian punto e a capo, non mi farò sicuramente mancare Tutta la mia città.. mi sembra un romanzo frizzante adatto per il periodo estivo.
11-09-2014 - 11:27:58 - bubu
....letto durante una vacanza in Grecia, con poche pause, totalmente assorbita dall' avventura/disavventura di Carlotta. Libro divertente, coinvolgente e soprattutto scritto bene!
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni