Un’altra via per la Cambogia di Takoua Ben Mohamed

L’esperienza della graphic journalist Takoua Ben Mohamed per 15 giorni in Cambogia al fianco della ONG WeWorld

di Laura Argelati

Pubblicato lunedi, 5 ottobre 2020

Rating: 5.0 Voti: 7
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Beccogiallo
Dittatura, guerre, genocidi: sono numerose le terribili pagine storiche che hanno colpito la Cambogia, un Paese ancora oggi segnato in modo indelebile.

Qui sono migliaia e migliaia ogni anno i cittadini che scelgono di emigrare (in Thailandia se ne contano circa un milione di cui il 70% di provenienza irregolare) nella speranza di andare incontro un futuro migliore. Versano i risparmi di una vita a chi li inganna con la promessa di un posto di lavoro, finendo invece condannati aduna esistenza di soprusi, abusi, condizioni di vita e di lavoro insalubri, imprigionati in condizioni di schiavitù per mano di chi gestisce la tratta di clandestini.

Si lascia la propria famiglia con l’idea e la speranza di poter inviare ogni meno un po’ di denaro a casa, mentre i più anziani restano ad occuparsi dei nipoti: solo pochi fortunati piccoli riescono ad accedere ad una istruzione degna di questo nome, mentre per un’altra fetta di loro la vita prosegue in un orfanotrofio oppure nel mercato della prostituzione infantile.

A fianco del popolo cambogiano, l’organizzazione non governativa WeWorld impiega i propri volontari e social ambassador per proteggere donne e bambini dal traffico di esseri umani, prostituzione, abusi, matrimoni precoci e tratta dei migranti.

La graphic journalist italo-tunisina Takoua Ben Mohamed tra le pagine della toccante graphic novel “Un’altra via per la Cambogia” edito da Beccogiallo ci racconta la sua esperienza al fianco di We World per scoprire le atrocità che segnano il popolo cambogiano e la loro attività nel Paese, con l’auspicio che una maggiore consapevolezza possa aprire gli occhi di molti e innescare una scintilla di cambiamento.


17 settembre 2020, Beccogiallo
Pagine 160
Prezzo di copertina €18,00
Tag:  Un’altra via per la Cambogia, Takoua Ben Mohamed, Beccogiallo, WeWorld, Immigrazione clandestina, Schiavitù, Abusi, Cambogia

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni