Voglio vederti soffrire di Cristina Brondoni

Una catena di morti sospette scuote la torrida estate milanese, all’Ispettore Cristofori il compito di indagare

di Laura Argelati

Pubblicato venerdì, 12 luglio 2019

Rating: 5.0 Voti: 3
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Courtesy of Clown Bianco
Enea Cristofori, ispettore della polizia scientifica di Milano, ha una grande passione per libri di profiling, manuali di criminologia, saggi sui serial killer e serie televisive poliziesche.
Negli ultimi giorno si manifestano in lui ripetuti malesseri, svenimenti e amnesie a breve termine: secondo il medico si tratta di conseguenze di un forte stress, ma l’ispettore teme che possa trattarsi di qualcos’altro di più grave.

Mentre i propri problemi personali lo affliggono, Cristofori deve occuparsi di recentissimi fatti di cronaca che stanno scuotendo la torrida estate milanese: si sono verificate alcune morti di cui apparentemente è chiara la causa o in cui pare si possa risalire all'assassino, ma si sa che spesso le apparenze ingannano.
Quelli che potrebbero sembrare decessi dovuti a condizioni di vita precarie e insalubri, spinti da depressione e dal “mal di vivere” o semplicemente dovuti a una tragica fatalità, sono in realtà connessi tra loro da un filo invisibile.

Chi vi è all’altro capo del filo e quale movente si cela dietro la catena di tragici avvenimenti? Spetterà all’ispettore Cristofori e ai suoi collaboratori risalire all’identità di chi ha causato la morte di una giovane modella, di un bambino, di uno sbandato e altri ancora per assicurare alle vittime giustizia, costi quel che costi.

“Voglio vederti soffrire” edito da Clown Bianco Edizioni è il primo romanzo della criminologa e giornalista Cristina Brondoni, già autrice di diversi saggi.


23 maggio 2019, Clown Bianco
Pagine 304
Prezzo di copertina €17,50
Tag:  Voglio vederti soffrire, Cristina Brondoni, Clown Bianco Edizioni, Thriller, Noir, Romanzo psicologico

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni