Yolo di Clarissa Tornese

Precipitare sempre più giù, sfiorare il baratro e finalmente capire che si vive una volta sola

di Laura Argelati

Pubblicato giovedì, 28 marzo 2019

Rating: 5.0 Voti: 3
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
A chi non è capitato di vivere un momento davvero nero e combinare qualche cavolata cercando una via di uscita, una boccata d’aria nuova? Maria Vittoria, detta Vicky, si sente da tempo confusa e irritata e sempre più spesso si è rifugiata in qualche bicchiere di troppo.

Birra dopo birra può crogiolarsi nella nebbia che la avvolge, evitando di vedere in modo nitido comesi sta rovinando con le proprie mani perdendo tutto ciò che ha: un legame duraturo con il suo compagno Luca, l’impiego nello studio legale di famiglia e, soprattutto, la propria autostima.

Tracanna una birra dietro l’altra anche una mattina in cui è seduta in aeroporto in attesa di un volo per Atene su sui avrebbe dovuto imbarcarsi con Luca: ma non arriverà in Grecia, bensì in ospedale collassata per il troppo alcool buttato giù.

Il momento di farsi aiutare non può essere rimandato oltre e proprio alla clinica a cui si rivolge, Vicky conosce Eleonora, un vulcano pronto ad incasinare ancora di più la sua esistenza.

Forse c’è un solo modo per Vicky di capire che la piega che ha preso la sua vita deve cambiare: toccare il fondo, per ricordarsi che si vive una volta sola.

“Yolo” scritto e auto pubblicato da Clarissa Tornese è una lettura altamente appassionante e coinvolgente, con una protagonista così imperfetta da calamitare immediatamente l’attenzione del lettore. Una lettura dal tono leggero e coinvolgente che in realtà affronta tematiche serie e profonde come la dipendenza dall’alcool, la fragilità dei rapporti umani, la perdita dell’autostima fino a sfiorare l’orlo del baratro.


24 gennaio 2019, autopubblicato
Pagine 269
Prezzo di copertina €12,90
Tag:  YOLO, Clarissa Tornese, Difficoltà, Alcool, Momenti bui, Famiglia, Legami affettivi, Amicizia

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni