Bambine terribili per festeggiare la ricorrenza dell’8 marzo

Allo Spazio WOW di Milano una mostra per celebrare le piccole donne dei fumetti

di Francesca Tommasi

Pubblicato venerdì, 7 marzo 2014

Rating: 5.0 Voti: 5
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Un’iniziativa divertente, ironica, che promette di ricordare la ricorrenza della Festa della Donna in compagnia di piccole icone entrate legittimamente della storia e nell’immaginario comune.

Di cosa stiamo parlando?

Ebbene, la Fondazione Franco Fossati, in collaborazione con il Consiglio di Zona 4 di Milano, l'8 marzo inaugura presso lo WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto una rassegna dal titolo Bambine terribili, in mostra fino al 30 marzo.

Dedicata ai personaggi del mondo della letteratura cartoon e a fumetti, di provenienza italiana e internazionale, la mostra vede sfilare piccole donne, caricature di aspetti caratteriali e culturali nelle quali ognuna di noi riesce a intravedere una parte di sè.

Da Mafalda, preoccupata per la Pace nel mondo e il razzismo nonostante i suoi sei anni, alla cinica Lucy creata da Schulz, fino alla piccola Stefi, adolescente creata per il Corriere dei Piccoli da Grazia Nidasio, che appare settimanalmente sul Corriere della Sera come vignetta di attualità nella sezione della cultura.

Che dire poi di Lisa Simpson, nata agli inizi degli Anni Novanta dalla penna irriverente di Matt Groening, bambina dalla forte coscienza sociale, “secchiona”, salutista, sempre in contrasto con gli altri membri della famiglia.

L’inaugurazione di sabato sarà seguita da uno spettacolo teatrale intitolato Del piacere e del bisogno del tempo libero.

Bambine terribili
Wow Spazio Fumetto - Museo del Fumetto
Viale Campania 12, Milano
Ingresso libero
Tag:  Festa della Donna, 8 marzo, Wow Spazio Fumetto, Peanuts, Lisa Simpson, Lucy, Mafalda, Bambine terribili

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni