I Social Network e l’evoluzione della società

Facebook e Twitter sono i più amati e i più utilizzati, ormai anche a fini lavorativi. E poi ci sono i social network d’élite, riservati solo ai VIP

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Il primo social network del mondo è stato creato nel 1995 con l’obiettivo di connettere online i compagni di una stessa classe, da qui il nome Classmates.com. Nel 2003 invece nasce Linkedin, nel 2004 arrivano sul web Facebook e Flickr, nel 2005 è la volta di Youtube e solo l’anno successivo nasce anche Twitter.

Il vero boom dei social network è dunque scoppiato solo alcuni anni fa, eppure già ci sembra difficile immaginare le nostre giornate senza un pensiero da condividere in un tweet, qualche “mi piace” da cliccare su Facebook o uno scatto da pubblicare su Instagram.

A settembre 2013 Facebook ha raggiunto in Italia 24 milioni di iscritti, confermandosi il social network più amato nel nostro Paese, dove il 73% della popolazione iscritta lo usa quotidianamente.

Anche negli States è Facebook a mantenere il primato di popolarità, con 500 milioni di iscritto contro i 106 di Twitter.

Sia in Italia che all’estero, e per entrambi i principali social network, sono le donne gli utenti più numerosi (circa 53%), ma una differenza tra Facebook e Twitter si registra nella fascia di età prevalente di utilizzo: se Facebook è composto al 70% da utenti tra i 18 e i 25 anni, Twitter lo è al 57% da persone tra i 25 e i 44 anni.

In coda ai due principali social network, quali sono gli altri più usati nel mondo? Al terzo posto troviamo Linkedin, al quarto Pinterest, al quinto MySpace e al sesto Google+.

Non è forse un caso che il terzo sia un social network dedicato principalmente all’interazione a fini lavorativi: Linkedin nasce infatti nel 2003 come rete per lo sviluppo di contatti professionali e oggi è presente in 200 Paesi, con circa 200 milioni di iscritti in tutto il mondo.

Il tempo scorre veloce, la tecnologia avanza e anche la società si adegua. Basta un’occhiata all’immagine sottostante per vedere come datori di lavoro e candidati utilizzino i social network anche a scopo professionale:
 
            

Che dire, se la tecnologia e i social network possono rivelarsi utili anche nel mondo del lavoro, ben vengano!

E mentre noi comuni mortali li usiamo per divertimento, per passatempo, per lavoro e per restare in contatto con amici, conoscenti e parenti, certi VIP usano relativamente poco Facebook e Twitter, presenziando soprattutto su social network esclusivi a loro riservati. Ad alcuni di essi può accedere solo chi ha un patrimonio dimostrabile di almeno tre milioni di euro (Affluence.org), ad altri solo chi possiede un’abitazione di grande lusso, ad altri ancora solo chi appartiene a una certa cerchia di amicizie (ad esempio membri di un club esclusivo) o lavorativa (imprenditori cinematografici per esempio), una ristretta élite insomma (A Small Word).

Anche queste sono pur sempre reti sociali… no?
Tag:  Social Network, Facebook, Twitter, lavoro, amicizia, utenti, VIP

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni