Intervista a Vito Mastrototaro

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dello Yoga della Risata, questa volta con Vito Mastrototaro, oggi Teacher di questa interessante e benefica disciplina

di Fabia Tonazzi

Pubblicato lunedi, 9 maggio 2016

Rating: 0.0 Voti: 0
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Chi sei pregi e difetti?
I Pregi:
Creativo: Riesco con estrema naturalezza a mixare le mie conoscenze derivati da diversi settori per proporre idee innovative che incuriosiscono e sorprendono.
Comunicativo: Mi piace comunicare attraverso qualsiasi mezzo, e allo steso tempo so quanto sia importante saper ascoltare gli altri prima di poter esprimere il mio parere su qualsiasi cosa.
Positivo: ho imparato a esserlo con il tempo, rendendomi conto che gli effetti di tutte le situazioni che possono accedere sono proporzionali all’atteggiamento mentale con cui le sia affronta.
I Difetti:
Eccessivo Altruismo : spesso metto gli interessi altrui davanti ai miei e questo a volte mi ha allontanato dai miei obiettivi personali.
Studioso: Prima di mettermi in azione passo troppo tempo a studiare e a raccogliere il maggior numero di informazioni possibili, rimandando le azioni pratiche.

Di cosa ti occupi nella vita e qual è il tuo motto?
Sono un consulente aziendale specializzato nel marketing strategico e nella comunicazione sul web, appassionato di formazione e crescita personale. Il mio motto è “Vai con fiducia nella direzione dei tuoi sogni! Vivi la Vita che hai immaginato” (Cit. Henry David Thoreau)

Come nasce la tua passione per lo Yoga della risata e cosa ti ha spinto a diventare Teacher?
Nei confronti dello Yoga della Risata inizialmente ho avuto un atteggiamento abbastanza scettico: rientravo tra quelle persone che dicono: “io già sono una persona che ride spesso non ho alcun bisogno di imparare a farlo”, quindi le prime volte che mi è stato proposto ho rifiutato l’invito a partecipare alle sessioni. Poi un giorno la mia curiosità ha vinto rispetto al mio scetticismo e ho provato. A fine sessione ho notato la piacevole sensazione di essere riuscito a staccarmi dai pensieri che intasavano la mia mente e mi son detto: “Che figata!!!”.
A quel punto ho voluto saperne di più e per trovare le risposte alle mie domande sono diventato Leader, convinto di non dover mai tenere delle mie sessioni, e invece determinate coincidenze hanno creato le circostanze per far sì che mi dovessi mettere alla prova senza troppi tentennamenti. Con risultati per me inaspettati e gente entusiasta di quanto fossi spontaneo e coinvolgente nel ruolo di guida.
La mia voglia di sapere continuava a crescere e io continuavo a tenermi informato costantemente sull’argomento, ma anche in questo caso non avevo intenzione di diventare Teacher mi “bastava” restare leader. Ancora una volta il “caso” ha voluto che il primo teacher traing della mia Master Letizia Espanoli si svolgesse non solo nella mia regione ma addirittura nella mia stessa cittadina, Bisceglie.
A quel punto, dopo aver sentito in passato le “gesta” compiute da altri colleghi per poter ottenere la loro certificazione Teacher e dover affrontare un viaggio in Italia o anche all’estero, mi sono reso conto che non potevo farmi scappare un’opportunità del genere, e sono contento di aver fatto questa scelta.

Qual è il pubblico a cui ti rivolgi con i tuoi incontri?
Il pubblico a cui mi rivolgo è differente a seconda dell’ambito in cui propongo lo Ydr: infatti sono riuscito a creare un mio metodo di consulenza aziendale in cui ho inserito alcuni esercizi dello yoga della risata che facilitano la scoperta di intuizioni in grado di sbloccare situazioni di stallo e che favoriscono la voglia dell’imprenditore nel far ripartire e crescere il suo business. Mentre quando propongo il mio “Per-corso per la felicità e la salute: risata incondizionata per il benessere”, mi rivolgo più in generale agli adulti che vogliono riscoprire il piacere di poter ridere incondizionatamente così come facevano da bambini.

Quali sono i benefici di chi pratica lo Yoga della risata e dove è possibile seguire i tuoi corsi?
I Benefici per chi pratica lo Yoga della Risata sono molteplici, tra i più significativi vi è quello di riuscire a sperimentare la fatidica filosofia orientale del “vivere nel qui e ora” in maniera davvero semplice, senza quasi rendersene conto, se non a fine sessione quando viene chiesto come ci si sente.
Ridere incondizionatamente senza comicità o battute ci permette di renderci conto di poter ridere anche quando non si ha apparentemente alcun buon motivo per farlo. Sviluppa la chimica del benessere, quali adrenalina, serotonina, e abbassa il cortisolo (ormone dello stress).
Io propongo le mie sessioni di Yoga della Risata nell’ambito del “Per-corso per la felicità e la salute: risata incondizionata per il benessere” in cui ho deciso di mescolare gli esercizi dello Yoga della Risata a quelli del Qui Gong (arte orientale di cui sono praticante da circa 8 anni), uniti a piccoli interventi teorici di crescita personale.

In che modo ha cambiato la tua vita lo Yoga della risata?
Lo Yoga della risata mi ha permesso di riscoprire la fiducia in me stesso e nelle mie capacità. Per troppi anni in passato ho creduto di non essere mai abbastanza all’altezza in varie situazioni.
La risata ha sbloccato alcuni dei blocchi emotivi e mentali che frenavano la mia propensione all’agire concretamente verso il raggiungimento dei miei obiettivi.
Oggi sono felice quando ho modo di aiutare gli altri nel riuscire a prendere maggiore consapevolezza delle loro capacità uniche. 

Contatti ed eventi futuri?
Eventi: Ogni mercoledì dalle 20 alle 21
“Per-corso per la felicità e la salute: risata incondizionata per il benessere”
Presso Open Source a Bisceglie, in Via Ruvo 127
Il mio contatto su Linkedin
Tag:  Vito Mastrototaro, Yoga della risata, Bisceglie, Teacher, corsi, benessere

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni