L’AIDS, in Italia e nel mondo

Quante le vittime e dove si concentra

di Fabia Tonazzi

Pubblicato venerdì, 27 novembre 2015

Rating: 0.0 Voti: 0
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Sono ancora molte le vittime colpite dall’AIDS, circa 38,6 milioni le persone al mondo, con una grande prevalenza nell’Africa subsahariana dove si concentra il 68 per cento circa dei casi.

Tuttavia in Italia non sono scomparsi i casi di ammalati a causa dell’ AIDS, infatti ogni 100.000 abitanti vengono diagnosticati circa 6,7 nuovi casi di sieropositività, ovvero 1.200 casi di AIDS l'anno, e a essere colpite sono in particolari le regioni del centro-nord rispetto al sud ed alle isole.

Da cosa è causato l’AIDS?

La sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) è una malattia infettiva causata dal virus HIV (Human Immunodeficiency Virus) al momento si riconoscono solo due tipi:

1) il tipo 1, diffuso in tutto il mondo
2) il tipo 2, la cui diffusione è limitata quasi esclusivamente all'Africa occidentale.

L'AIDS è stato scoperto e definito “una nuova e distinta entità clinica” solo nel 1981 negli Stati Uniti d'America in seguito al riscontro, nelle aree di New York, Los Angeles e San Francisco, di numerosissimi casi di un particolare tipo di tumore, il sarcoma di Kaposi accanto a una particolare forma di polmonite, la polmonite dapneumocystis jirovecii, sviluppatasi in particolar modo in giovani maschi omosessuali.

Cosa avveniva in questi soggetti?

Nel sangue di questi pazienti era stato scoperto un  virus in grado di infettare i linfociti umani (cellule del sistema immunitario), il virus HIV,  il vero responsabile della malattia.

Oggi la scienza sta continuando con le sue ricerche per debellare il virus, in molti sono fiduciosi che presto si troverà “la cura al veleno”. Per il momento a quanto pare, secondo Barbara Ensoli, direttrice del Centro nazionale Aids dell’Istituto Superiore di Sanità, che ha gridato speranzosa la nascita del “vaccino terapeutico” (prodotto in una fabbrica high-tech del Sudafrica dove gli ultimi esperimenti clinici erano stati un successo), si parla di “vaccino terapeutico”, in gradio cioè di rafforzare l’efficacia degli anti-retrovirali ma non ancora di una cura a sé stante.

Ricordiamo il 1° dicembre la giornata nazionale che commemora le vittime morte a causa dell’aids e tutte le manifestazioni che si svolgeranno sul territorio nazionale con una particolare per tutte quelle associazioni culturali di volontariato come Mama Africa di Bari. (locandina evento)
Tag:  Mama Africa, aids, Bari, vaccino

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni