Lo Yoga della risata in Puglia: intervista a Lara Lucaccioni

Quanto è importante la voglia di sperimentare e di star bene ? Scoprilo con noi

di Fabia Tonazzi

Pubblicato venerdì, 26 febbraio 2016

Rating: 5.0 Voti: 2
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Se vi dicessi che ridere è la miglior medicina per guarire dalla tristezza e non solo, probabilmente mi scambiereste per matta, eppure un fondo di verità c’è…

Non tutti sanno che a partire dal 1995 un medico di Mumbay di nome Madan Kataria inventò lo Yoga della risata e da quel momento in poi cominciò a girare per il mondo di talk show in talk show e a promuovere questa disciplina, per dimostrare come le ricerche da lui condotte insieme ai suoi predecessori fossero vere.

Ridere è un toccasana per l’uomo sia a livello psicologico che fisico, ma spesso nella società attuale siamo abituati a “rassegnarci” alle brutte notizie o a non reagire con ottimismo di fronte alle difficoltà e ci si ricorda di ridere solo quando capita.

Lo Yoga della risata è talmente efficace che alcune nazioni - come la Danimarca - lo inseriscono nelle aziende per sciogliere lo stress tra i vari dipendenti e sviluppare empatia.

In Italia, invece, lo Yoga della risata fatica a decollare, soprattutto nel meridione dove si è  ancorati alle “discipline tradizionali”.

I benefici e i vantaggi di chi pratica questa attività sono diversi, ma la vera difficoltà (soprattutto nel sud ) è trovare spazi aperti nei confronti dello Yoga della risata e gente flessibile che abbia voglia di sperimentare e mettersi in gioco.

Un grande record, se cosi vogliamo definirlo, è il seminario di Lara Lucaccioni in Puglia a fine febbraio. Lara è una “teacher" di Macerata che ha rivoluzionato la sua vita in positivo dopo aver incontrato lo Yoga della risata e ora si sposta in tutta Italia per diffonderlo cosi come i suoi colleghi teacher residenti in altre regioni di Italia.

Conosciamo un po’ meglio Lara.

Chi è Lara Lucaccioni in tre pregi e tre difetti
Tenace e con grandissima volontà, creatrice di reti e connessioni di persone, con una risata contagiosa ed entusiasta della vita e di quello che fa – disordinata, perfezionista, disorganizzata.

Di cosa ti occupi nella vita e qual è il tuo motto?
Nella mia vita lavoro a tempo pieno con lo Yoga della Risata. Sono una dei pochi Master Trainer al mondo e sto dedicando la mia vita a diffondere lo Yoga della Risata in tutte le sue applicazioni (adulti, anziani, bambini, aziende) e soprattutto a formare Leader e Teacher di Yoga della Risata. Il mio motto è “Fai quello che hai paura di fare”, che mi ha portato da una timidezza e una paura di parlare in pubblico a una sicurezza sul palco e nelle conferenze.

Come nasce la tua passione per lo Yoga della risata?
Nel 2009 durante una meditazione molto lunga di tre settimane, la Mystic Rose, ho scoperto la mia risata fortemente contagiosa e, quando nel 2011 online ho scoperto l'esistenza dello Yoga della Risata, mi sono subito iscritta ad un corso per essere abilitata a condurre sessioni.
Fin dal primo giorno di corso ho pensato e sentito fortemente che poteva diventare il mio lavoro e ho fatto il possibile perché questo avvenisse. Quando nel 2014 il Dottor Kataria venne in Europa, ho frequentato il suo Teacher Training, portando tutta la famiglia al seguito, perché ancora allattavo. E poi ad agosto 2015 sono andata in India e ho termintato la mia formazione nello Yoga della Risata diventando Master Trainer.
Ho visto talmente tanti cambiamenti e rinascite grazie allo Yoga della Risata che non posso non amare questa disciplina alla follia.

In che modo ha cambiato la tua vita lo Yoga della risata?
Lo Yoga della Risata ha modificato positivamente la mia vita in moltissimi ambiti, sia fisici, che psicologici, che relazionali. Prima di praticare regolarmente la risata e riportare così i livelli di stress del mio sistema ad uno standard accettabile, soffrivo di grande stress, che sfociava in una iperidrosi molto forte e in uno stato di allerta continuo, durante il quale andavo spesso in debito di ossigeno. Ridere ha riattivato il mio diaframma ed ha permesso di ossigenarmi di più, ha progressivamente migliorato la mia iperidrosi e ha ridotto notevolmente i miei livelli di stress. Prima di incontrare la risata avevo un’energia molto bassa, che chi mi conosce ora stenta a credere, perché sono sempre a fare sessioni in giro e sempre positiva e piena di entusiasmo.
La risata mette in circolo energia e l’ottima ossigenazione del corpo aumenta vitalità e voglia di fare. A livello fisico soffrivo anche di stitichezza cronica da anni, e grazie alle risate di pancia, che producono un jogging agli organi interni,oltre a riattivare il metabolismo, mi è completamente ripartita la peristalsi, il movimento delle anse intestinali, rimettendomi in perfetto ordine. A livello psicologico lo Yoga della Risata ha migliorato notevolmente il mio stare in pubblico: ero una persona molto emotiva e parlare in pubblico per me era un problema, mentre, a forza di tenere sessioni e ridere con gli altri, questa emotività si è sciolta ed ora sono molto più sicura di me e capace di parlare di fronte a tantissime persone, senza troppe paturnie.
Anche la mia postura si è modificata notevolmente: ero solita stare con le spalle molto chiuse, in protezione, e grazie alla risata e agli esercizi di apertura a livello polmonare e di spalle che si fanno con delle risate particolari (quella del “metro” o quella del “frullato”, o semplicemente col “Molto bene”), la mia schiena si è raddrizzata e le mie spalle si sono aperte. Un altro importantissimo beneficio è la capacità di lasciar andare e non stare troppo attaccata alle cose o alle situazioni e un senso di leggerezza, che piano piano ti si insinua dentro. Non è facile spiegare, ma io mi definivo un perfetto emisfero sinistro, molto giudicante, preciso e perfezionista, straordinariamente capace di individuare l’errore in un attimo in qualunque circostanza (non per niente ho fatto anche la corretrice di bozze). Ora, e la cosa è per me davvero incredibile, riesco a passare sopra ad un errore, innanzi tutto mio – perché prima di tutto ero giudice di me stessa – ma anche di chi mi sta intorno, con una nochalance che ogni volta mi stupisce.
Riesco ad essere più tollerante, più tranquilla, sostanzialmente più serena. E ridere, mano a mano, cambia anche chi ci sta intorno, come dice benissimo il Dottor Kataria nella sua frase più famosa: Quando tu ridi, tu cambi, quando cambi, cambia anche il mondo intorno a te.” Il mio compagno, Matteo, non aveva un gran rapporto con la risata, fino a metà 2014. Poi inizia ad accompagnarmi ai corsi per farmi le foto, anche se non aveva mai partecipato effettivamente a nessuna mia sessione, e durante uno di questi corsi, alla meditazione della risata, ad un certo punto, improvvisamente, lo sento esplodere in una meravigliosa risata, che non avevo mai sentito prima. Da lì le sue risate sono state sempre più frequenti, sempre più belle, e lui sempre più luminoso. Ora in famiglia si ride tantissimo tutti insieme e, anche qui, se penso da dove eravamo partiti, mi sembra un dono incredibile che mi ha fatto la risata.
Anche i pensieri nella testa non si rincorrono più così velocemente come una volta. La mente è più sgombra e lo stato che si ottiene durante la meditazione della risata, uno stato di forte presenza, di potente qui e ora, spesso si espande ad altre parti della giornata, con grande vantaggio di focusing.
Prima di incontrare lo Yoga della Risata, viravo fortemente sul pessimismo, pur avendo una bella risata da sempre, mentre ora cerco di trovare il lato bello delle situazioni con gioia, perché sono consapevole che posso farlo e che mi fa stare meglio e che posso cambiare il mio stato d’animo, anche quando mi capita di essere giù,semplicemente iniziando a ridere, che è il nocciolo profondo del potere che si acquista iniziando a scegliere di ridere come pratica.

Quindi vi invitiamo a visitare il sito di Lara: www.laralucaccioni.com.
Oppure a contattarla per maggiori info: 334 3256687 - lara@laralucaccioni.com.

Questi i suoi prossimi Leader Training:
26 e 27 febbraio | Bari (BA), 5 e 6 marzo | Passignano sul Trasimeno (PG) , 9 e 10 aprile | Torino (TO), 14 e 15 maggio | Bologna (BO), 4 e 5 giugno | Firenze (FI).

E il suo prossimo Teacher Training, la formazione di 5 giorni per diventare professionisti dello yoga della risata, il 21-25 aprile in Umbria con la partecipazione speciale di Jeffrey Briar, un Master Trainer americano, tra i primi a seguire il Dottor Kataria.
Tag:  lara lucaccioni, Yoga della risata, Madan Kataria, Puglia

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni