Trote: una storia dolce e amara alla Sala Umberto di Roma

Dopo “Muratori”, “Grisù. Giuseppe e Maria” e “Ben Hur”, ecco ancora una volta insieme Paolo Triestino e Nicola Pistoia – affiancati da Elisabetta De Vito - in questa nuova commedia scritta appositamente per loro da Edoardo Erba

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
E’ un venerdì sera. Il laboratorio è già chiuso. Un’infermiera gentilissima consegna ugualmente le analisi cliniche a Maurizio (Paolo Triestino), un meccanico quarantenne, a cui viene diagnosticato un male incurabile, che gli lascia poche speranze di vita. Ma fortunatamente per lui, non sono le sue come aveva creduto in un primo momento, ma il vero ammalato condannato a morte è uno sconosciuto al quale Maurizio decide di farle avere. Sulle tranquille rive dell’Aniene - riprodotte dal suggestivo allestimento scenico di Alessandra Ricci - incontra Luigi (uno straordinario Nicola Pistoia), il destinatario di quelle infelici analisi, un pescatore sessantenne euforico per l’imminente matrimonio con una giovane romena. Tra i due, dopo un primo momento di diffidenza e imbarazzo, si instaura un rapporto di simpatia reciproca, grazie anche alla “pesca della trota” (da qui il titolo dello spettacolo).

Con questo nuovo testo si riconferma ancora una volta il fortunato sodalizio dell’ormai rodata coppia Triestino – Pistoia, che ne firmano anche la regia,  riuscendo a divertire, a commuovere e a far riflettere il pubblico in sala, con una storia esilarante, amara e a tratti dolce e inaspettata. Come la vita…

Lo spettacolo sarà in scena fino al 29 maggio, in chiusura di stagione al Teatro Sala Umberto di Roma.
Per ulteriori informazioni potete consultare il sito www.salaumberto.com
Tag:  Trote, Sala Umberto, Roma, Paolo Triestino, Nicola Pistoia, teatro

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni