Al via l’XI Edizione di ToHorror Film Festival

‘A me gli occhi’ il titolo di quest’anno. In gara lungometraggi, cortometraggi e sceneggiature che guardano alla mente umana come a un intreccio morboso tra il piacere e la paura di essere osservati

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Alzi la mano chi, specie nell’era di Internet e dei Social Network, in cui si può entrare nella vita di tutti,non ha mai avuto quel senso di inquietudine dato dall’altra faccia della medaglia: siamo ovunque e in ogni momento, eppure a volte temiamo di essere spiati, ci sentiamo osservati e questo ci crea un senso di fastidio.
Oppure a volte speriamo che qualcuno stia “guardando” la nostra vita, le nostre azioni. E se questo non accade arriviamo a chiederci il perché, mettendo il nostro ego al centro di tutto.
 
La mente umana è strana e contorta, a volte perversa. Teniamo alla nostra privacy, ma abbiamo il terrore dell’anonimato.
 
Ecco il tema attorno al quale è stata organizzata l’XI Edizione di ToHorror Film Festival, evento cinematografico torinese ormai affermato a livello nazionale ed internazionale, quest’anno sottotitolato appunto “A me gli occhi”.
 
Alla Conferenza Stampa, tenutasi sabato 5 novembre, è stata presentato il Concorso che si svolgerà dall’8 al 12 dello stesso mese presso il Cinema e Pub Blah Blah (Via Po 2, Torino).
 
In gara tre differenti categorie: lungometraggi, cortometraggi e sceneggiature,  per un totale di 42 lavori.
 
Sette i Lungometraggi che concorrono per la “Mannaia”, premio che verrà assegnato durante la serata conclusiva del 12. Ma oltre a questo ne verranno conferiti altri, uno per ogni sezione: il premio al “Miglior Giovane Talento” (Premio Anna Mondelli), al film con la più “Spiccata inventiva artigianale” (Premio Antonio Margheriti) e al “Video più all’avanguardia” (Premio Experimental&Mutations) .
 
Tra Sceneggiature e Lungometraggi, che arrivano non  solo dall’Italia ma anche da Francia, Spagna, Finlandia, US,Canada e Paraguay, spiccano il norvegese “Dark Soul” di Ducasse e Peteul, “The Hounds” di Maurizio e Roberto Del Piccolo,di produzione inglese ma con  lacolonna sonora del collaboratore di Ennio Morricone, l’italiano Pierluigi Petroniro, e“Morituris” di Raffaele Picchio, con effetti speciali di Sergio Stivaletti, che vanta lavori con personaggi del calibro di Dario Argento e Gabriele Salvatores.

In concorso tra i Cortometraggi, invece,“Clacson” già pluripremiato lavoro di Tak Kuroha, che vede come protagonista Francesca Faiella (premiata come miglior attrice nel 2009 al Festival  ideato da Rutger Hauer “I’ve seen films” e intervistata da MRS).

Ma quest’anno lo sguardo di ToHorror Film Festival non poteva non concentrarsi sul Web, appunto. E lo fa con “The Inglorious Hunterz” di Luca Baggiarini, prima serie horror italiana visibile esclusivamente online e completamente autoprodotta, che ha attirato l’attenzione della critica tramite un umorismo grottesco e chiari riferimenti a celebri b-movie.
 
Altro prodotto del Web in assoluta anteprima, sarà “The Orphan Killer”, diffusosi grazie a Facebook e alla mente di Matt Farnsworth, che sarà ospite del Festival insieme alla protagonista Diane Foster.

La tre giorni del ToHorror vedrà, oltre alla proiezione dei lavori a cui sarà possibile accedere con Ingresso Libero fino ad esaurimento posti (tranne per i Lungometraggi), numerosi eventi e incontri con i protagonisti, concerti e dj set.

Quale migliore Location per questo innovativo Festival se non una città come Torino, da sempre oggetto di interesse tra gli studiosi di esoterismo e considerata fulcro dell’ incontro tra magia nera e magia bianca?

Non ci rimane che andare e spiare…


ToHorror Film Festival
Dall'8 al 12 Novembre 2011
Cine Club Blah Blah
Via Po 2, Torino
 
Tag:  ToHorror Film Festival, Torino, A me gli occhi, lungometraggio, contometraggio, sceneggiatura, concorso, Francesca Faiella

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni