Dodicesima edizione del Festival del Cinema Europeo

Su MRS i film presentati, gli attori premiati e gli ospiti protagonisti dell'importante appuntamento con il cinema che si è appena concluso a Lecce

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Dal 12 al 16 aprile 2011 a Lecce, nelle cinque sale del Cinema Massimo, si è svolta la dodicesima edizione del Festival del Cinema Europeo.

Tra i film presentati in anteprima: “Henry”, di Alessandro Piva, con Carolina Crescentini e Michele Riondino, “Cocapop”, di Pasquale Pozzessere, con Anita Caprioli, Lisa Gastoni e Stefano Dionisi, “Sesso aggiunto”, di Francesco Antonio Castaldo, con Giuseppe Zeno e Myriam Catania.

Il premio Ulivo d'Oro è andato al film serbo “The woman with the broken nose”, di Srdan Koljevic.
Il film albanese “Amnesty”, di Bujar Alimani, ha vinto il premio della giuria Fipresci e il premio speciale della giuria, ex-aequo con “Erratum”, del regista polacco Marek Lachki. Il premio per il miglior attore è andato a Merab Ninidze per “The camera murderer”, di Robert Adrian Pejo.

Piera Degli Esposti ha ritirato il premio Officine LAB come miglior attrice non protagonista per “I bambini della sua vita”, di Peter Marcias.

Per le giornate degli Attori era presente Riccardo Scamarcio, di cui è stato proiettato il film  “L'uomo nero”, di Sergio Rubini. Scamarcio ha annunciato che a breve inizierà le riprese del nuovo film di Giuseppe Piccioni e che tra i suoi progetti futuri c'è anche quello di produrre un film.
Nel frattempo sarà in concorso a Cannes con il film “Polisse” di  Maiwenn Le Besco.

Al regista Emidio Greco è stata dedicata una retrospettiva completa ed è stato presentato in anteprima il suo ultimo film “Notizie dagli scavi”, con Giuseppe Battiston e Ambra Angiolini.

In occasione della seconda edizione del premio Mario Verdone sono intervenuti i tre figli, Carlo, Luca e Silvia, che hanno consegnato il premio ad Aureliano Amadei per il suo film “20 sigarette”.
Carlo Verdone ha raccontato alcuni aneddoti su suo padre, ad esempio quando lo aveva bocciato all'esame sostenuto al Centro Sperimentale di Cinematografia. A breve Carlo inizierà le riprese del suo nuovo film “Posti in piedi in paradiso”, con Pierfrancesco Favino e Micaela Ramazzotti.

La sezione 'I protagonisti del cinema italiano' quest'anno ha avuto come ospite d'onore Toni Servillo. A lui è stata dedicata una retrospettiva completa dei suoi film, una mostra di fotografie sulla sua carriera e una monografia, scritta da Enrico Magrelli.
Servillo nel corso di vari incontri con pubblico e giornalisti, ha dimostrato una grandissima personalità e ha affascinato tutti con racconti e citazioni. Parlando del suo grande concittadino Totò lo ha paragonato a Rossini, perchè entrambi “allontanano la tristezza dal mondo”.
Alla sua carriera di attore di teatro e cinema affianca quella di regista teatrale e di opere liriche, ma ha affermato di non essere assolutamente interessato a passare dietro la macchina da presa.
Il suo prossimo impegno sarà un film che girerà a breve a Brindisi: “E' stato il figlio”, di Daniele Ciprì, tratto da un libro di Roberto Alajmo, con un ruolo per la prima volta anche comico.
Tag:  Festival del Cinema Europeo, Lecce, Cinema Massimo, Toni Servillo, Carlo Verdone, Riccardo Scamarcio

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni