Donne angelo del focolare, ma agli uomini piacciono i fiori

Come evolvono i ruoli nella famiglia media italiana secondo i dati pubblicati dall’Istat

di Stefano Magni

Pubblicato mercoledì, 10 novembre 2010

Rating: 0.0 Voti: 0
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
“Ti piacciono i fiori?” chiedeva il test per il reclutamento al servizio militare, quando c’era la leva e tutti noi maschi dovevamo sottoporci a esami per tre giorni per vedere se eravamo abili o meno. Se rispondevi di sì, finivi dallo psicologo, perché se ti piacevano i fiori c’era qualcosa di poco maschile in te e dovevi essere esaminato bene prima di essere mandato in caserma o in missione di “pace”.
 
Oggi che la leva non c’è più, evidentemente, gli uomini si sfogano ad amare i fiori. Lo dice l’ultimo rilevamento Istat: le attività svolte prevalentemente dagli uomini sono quelle della manutenzione della casa e dei veicoli (solo il 5,1% delle ore è svolto dalle donne) e della cura delle piante ed animali (il 70,3% delle ore è svolto dagli uomini).
 
E le donne? Le donne non possono esimersi dal cucinare: in un giorno medio queste attività sono svolte dal 90,5% delle occupate e dal 97,8% delle non occupate. L'impegno degli uomini in casa invece è più selettivo. Anche le attività di pulizia - rende noto l'Istat - impegnano l'82% delle occupate per arrivare al 94,8% tra le non occupate.
 
In quattro casi su tre (76,2%) il lavoro familiare delle coppie è ancora a carico delle donne. Il dato è di poco più basso di quello registrato nel 2002-2003 che era 77,6%. Tutto ciò emerge dai dati Istat, riferiti al 2008-2009, diffusi alla Conferenza nazionale della famiglia che oggi conclude i suoi lavori a Milano.
 
Insomma, la donna, anche se lavora, nel tempo “libero” continua a svolgere tutti i suoi lavori di casa, come da tradizione. In compenso agli uomini, i fiori iniziano a piacere. E’ l’evoluzione dei ruoli.

Tag:  Conferenza nazionale della famiglia, Istat, attività casalinghe, evoluzione dei ruoli

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni