Kiev, in topless contro le auto blu

Una nuova spettacolare protesta delle femministe di Femen contro i privilegi dell'oligarchia russa

di Stefano Magni

Pubblicato giovedì, 27 maggio 2010

Rating: 5.0 Voti: 1
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Femen sta diventando una sigla famosissima, anche al di fuori dell’Ucraina. Se non altro perché le proteste di questo giovane movimento femminista attirano la curiosità di fotografi e giornalisti di tutto il mondo. E’ facile capire il perché, se vediamo che tipo di manifestazione hanno inscenato oggi a Kiev: in topless, con il seno dipinto di blu, le attiviste di Femen si sono schierate di fronte ai cancelli dell’ambasciata russa, per protestare contro le auto blu. Finché la polizia glielo ha consentito, prima di trascinarle via a forza. Le femministe ucraine protestano per solidarizzare con il movimento che in Russia si sta battendo contro i privilegi degli oligarchi di Stato: sulle loro auto di servizio è montata una luce stroboscopica blu che, una volta accesa, permette loro di ignorare qualsiasi limite di velocità e qualsiasi regola del codice stradale. Di fatto, funzionari e politici dell’apparato statale, affermano la loro superiorità sulla legge, distanziandosi dai comuni cittadini.

Come mai è un movimento femminista (e in Ucraina) che protesta contro le auto blu e l’arroganza di chi le guida? La protesta avviene in Ucraina, perché la vittoria del presidente filo-russo Yanukovich fa temere una “russificazione” (nelle leggi e nei costumi autoritari) anche del Paese che fino all’anno scorso voleva entrare nell’Ue. E’ promossa dal movimento Femen, perché le donne avrebbero tutto da perdere in caso di trasformazione, in senso autoritario e orientale, della loro patria ucraina. E’ notevole, infatti, l’assenza quasi completa di donne nelle istituzioni russe. Perché, come spiega bene l’oppositore Boris Nemtsov, la politica in Russia sta diventando “troppo pericolosa per le donne”. In Ucraina, finora, le donne sono molto più attive nella sfera pubblica, così come nelle occidentalissime repubbliche del Baltico (Estonia, Lettonia e Lituania). Ma il regresso è sempre alle porte. 
Tag:  Femen, Ucraina, femminismo, auto blu, topless

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni