L'ex ministro di Gheddafi al matrimonio di William e Kate

Scoop del LondonNet sulle nozze reali. Anche Moussa Koussa sarà a Westminster. Certo. Come no...

di Stefano Magni

Pubblicato venerdì, 1 aprile 2011

Rating: 5.0 Voti: 1
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Regno Unito, le nozze del principe William con Kate Middleton esce dal ghetto delle notizie di gossip e diventa un intrigo internazionale. La futura coppia reale ha infatti invitato l’ex ministro degli Esteri libico Moussa Koussa al matrimonio. Koussa ha defezionato mercoledì, abbandonando il regime di Gheddafi per riparare a Londra. La procura scozzese ha chiesto subito di poterlo interrogare sull’attentato di Lockerbie del 1988: Koussa è stato, infatti, anche direttore dell’intelligence libica oltre che ministro degli Esteri. E da ieri è anche un invitato ufficiale delle nozze reali. Lo riporta il quotidiano online LondonNet. “Date le operazioni di sicurezza già pianificate per il matrimonio” - dichiara una fonte governativa al quotidiano - “Moussa Koussa sarà al sicuro all’interno dell’abbazia di Westminster”. Koussa, nei due giorni di colloqui avuti con gli agenti segreti dell’Mi6 avrebbe anche concluso l’accordo per l’invito alle nozze. Non mancano le polemiche. “E’ difficile che un ex amico di un brutale dittatore musulmano conosca i canti religiosi cristiani”, ha dichiarato un membro dello staff della Casa Reale che ha voluto mantenere l’anonimato.
Koussa da Tripoli a Westminster, dunque. La notizia sarà vera? Giudicate voi e soprattutto guardate la sua data di pubblicazione.
Tag:  Kate Williams Gheddafi Moussa Koussa

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni