Ad occhi chiusi

L’omonimo romanzo di Carofiglio raccontato in un originale spettacolo itinerante

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Nella Capitale, nell’ambito del programma di eventi teatrali del MAXXI, il 3 ottobre Vi segnaliamo l’ultima replica di “Ad occhi chiusi”, lo spettacolo tratto dall'omonimo romanzo di Gianrico Carofiglio. Protagonista della vicenda una ragazza dal passato tormentato perseguitata dal suo ex fidanzato, un giovane professore universitario rampollo di una delle famiglie più influenti della città di Bari. La non facile difesa della povera donna è affidata al giovane e promettente avvocato Guerrieri. L’impalcatura narrativa di questo originale adattamento teatrale divide il pubblico in tre gruppi da 12 persone ciascuno e ogni gruppo segue il punto di vista di uno dei tre personaggi. L’ambientazione varia a seconda di ogni singolo avvenimento che coinvolge i protagonisti in una sorta di “teatro itinerante”, in cui il pubblico partecipa attivamente spostandosi in macchina da una location ad un’altra, tra il quartiere Flaminio e Corso Francia.Lo spettacolo è ideato e diretto da Carlo Fineschi e prodotto dall’Associazione culturale L’Albatro. Gli allestimenti sono curati da Giulia Ciucciovino. Gli interpreti: Adelmo Togliani, Chiara Ricci, Sara Allegrucci, Matteo Bolognese, Edoardo Ciufoletti, Valeria Mafera, Matteo Milani, Camillo Ventola e Alessandra Verdura.

Per assistere ad uno dei tre “punti di vista” è necessaria la prenotazione, telefonando al 339 8701017 . Per info: albatro.teatro@libero.it    www.fondazionemaxxi.it



 
Tag:  MAXXI, Carlo Fineschi, Associazione culturale L’Albatro, Ad occhi chiusi

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni