Franco Marrocco. Ascesa per l'ascesi

Sino al 10 luglio, presso Santa Maria delle Grazie a Milano, si potrà ammirare l'opera di Marrocco, che con grande astrazione lirica condensa passato, presente e futuro

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
La Piccola Sacrestia del Bramante in Santa Maria delle Grazie a Milano accoglierà sino al 10 luglio 2013 la Mostra Franco Marrocco. Ascesa per l'ascesi, a cura di Cesare Balbo.

Franco Marrocco, nato a Rocca D'Evandro, Cecina, nel 1956, è attualmente docente di Pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Di lui hanno scritto diversi critici come Giovanni Maria Accame, Massimo Bignardi, Roberto Borghi e Giovanni Iovine, anche relativamente alle sue numerose esposizioni personali e collettive.

Nell'opera dal titolo Ascesa, del 2012, Marrocco esprime un momento di grande attenzione ai temi della spiritualità, e al centro della sua poetica si trova una sensazione percettiva legata a una dimensione intima e spirituale che si concretizza dando vita a una varietà luminosa del colore che si impone in modo istintivo.

L'artista tende verso una grande definizione degli elementi del colore proposti come sensazioni immaginarie che fanno richiamano a un'astrazione lirica, un'esperienza legata al pensiero, alla luminosità cosmica che condensa passato, presente e futuro.


Franco Marrocco. Ascesa per l'ascesi
Santa Maria delle Grazie
Via Caradosso, Milano
Dall'11 Giugno al 10 Luglio 2013
Orari: tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00
Ingresso Libero
Tag:  Franco Marrocco, Ascesa per l'ascesi, Santa Maria delle Grazie, Milano, spiritualità, astrazione lirica

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni