IMAF a Londra. Ferrarelle e la Mostra di quattro giovani fotografi

Jason Butterfield, Kate Bird, Thomas W.Morley e Claudio Falcone: quattro fotografi, quaranta scatti in mostra a Londra

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Il 26 Luglio 2012, il giorno prima della cerimonia d’inaugurazione dei Giochi Olimpici londinesi, si terrà nella capitale britannica l'Inaugurazione dell'ultima tappa della Seconda Edizione di IMAFestival - Interantional Migration Art Festival, importante evento dedicato a cibo e migrazione, arte e sport.

Jason Butterfield, Kate Bird, Thomas W.Morley e Claudio Falcone - tre anglosassoni veraci e un siciliano doc – con una selezione di quaranta scatti, daranno vita nel Blackall Studios a una suggestiva mostra che ha come fil rouge il tema del festival Internazionale di cui e’ parte:
Cibo e Migrazione, appunto.
Cena Frugale, Fruit harvest, Cow heads, Pigs heads. La prospettiva e le singole sensibilità, ma anche luci e colori degli scatti dei quattro fotografi denotano quattro differenti visioni del mondo che li circonda, del viaggio e del cibo, spesso metafora di un nutrimento interiore.

L’inquadratura e i soggetti di kate Bird, unica donna e la più giovane in mostra, che si tratti di tre teste di vacca scuoiate, di spezie a un mercatino o di una folla di persone in movimento, mantengono sempre un equilibrio tra spazi e una simmetria di pieni e vuoti che crea un’eleganza di fondo. La forza e la crudezza di alcune immagini, dunque, è mitigata da un’armonia che permette all’osservatore di andare oltre il soggetto fisico, fino all’essenza del messaggio.
(www.katebirdphotography.com)

Sono intense e fortemente connotate da uno spirito da photoreporter le foto di Thomas W. Morley, certamente il più esperto dei fotografi esposti, che vanta un’esperienza sul campo grazie alla collaborazione con numerose agenzie stampa, giornali e associazioni umanitarie. Le immagini di Tom, infatti, registrando realtà quotidiane di popoli e società certamente svantaggiate, come mercatini, squallidi interni domestici e squarci di slum, catturano un’umanità intensa, vera, piena di vita e gioia, che spesso è assente laddove regna l’opulenza e il consumismo.
(www.sphericnews.com)

Poetici, velati da malinconia e fortemente evocativi sono gli scatti di Jason Butterfiel, fotografo esordiente con dieci opere che proiettano lo spettatore in una realtà che ha radici nello spirito. Vasti orizzonti, oceani sconfinati, spiagge di dune deserte, gli sfondi di Jason sono sempre da cartolina. Le luci perfettamente calibrate aprono uno spiraglio in un mondo metafisico, lasciando percepire una profondità e una malinconia che interpreta la dualità dell’esistenza umana: vita-morte, eros e thanatos, quali rimandi all’arte antica.
(www.jasonbutterfieldphotography.com)

Sono densi di assonanze colte e, in un certo modo, antichi gli scatti di Claudio Falcone, giovane catanese pieno di talento. In bianco e nero, soprattutto. Le sue fotografie riportano eleganti sfumature di grigio che creano giochi di luci e ombre rigorosamente naturali, senza filtri e artifici. Fissare la realtà senza mascherarla, questa la priorità dell'artista, in un'intimità che l'ha portato a tenere nascoste le sue opere per molto tempo prima di esporle in alcune collettive siciliane. Tempi lontani, quelli, visto che ormai i suoi lavori vengono apprezzati e richiesti da Gallerie oltreoceano.
(www.claudiofalcone.net)

Per la mostra, voluta da Ferrarelle - sponsor insieme a Grana Padano della rassegna – dunque quattro differenti fotografi che hanno saputo interpretare alla perfezione lo spirito e i temi della manifestazione.
 
L'inaugurazione della Mostra si terrà il 26 Luglio alle ore 18 - solo su Invito - mentre l'esposizione rimarrà aperta al pubblico e visitabile gratuitamente fino al 2 Agosto ’12.

Tag:  IMAF, Londra, Jason Butterfield, Kate Bird, Thomas W.Morley, Claudio Falcone, mostra fotografica, Ferrarelle, Cibo e Migrazione

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni