L’ultimo messaggio di Faraone Santiago Mennella. Alla Wo-ma'n Gallery

Da Napoli a Roma, dalla città partenopea, così come la racconta Mennella, alla capitale, un soprannome per non dimenticare

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Una nuova avventura prende vita all’interno della suggestiva Wo-ma'n Gallery. Tra le mura di questa insolita area espositiva, il 30 giugno, è stata inaugurata la mostra del fotografo Santiago Faraone Mennella, dal titolo L’ultimo messaggio.

Nell’abitazione romana di via Pietro Ruga, la fotografia prende vita, riunendo in un unico spazio il concetto di arte con quello di intimità familiare. E niente più di questa nuova rassegna poteva esprimere al meglio tale vocazione.

Mennella, fotografo di origini napoletane, con i suoi scatti racconta una tradizione fatta di persone, storie, attraverso una peculiarità tutta partenopea: quella del soprannome.

Come ha voluto raccontarci lui stesso, a Napoli quasi tutti hanno un soprannome, un nomignolo che per tutta la vita distingue e caratterizza la persona, tanto da diventare una nuova identità, spesso più forte, più reale del nome stesso. Così abbiamo ’a comunista’o musicante’o maestro letterato, ‘a pizzaiola, e per ogni individuo viene celebrato un nuovo battesimo, al quale l’intera comunità partecipa con trasporto.  

Ma da dove nasce il titolo di questa rassegna?

Mennella attraverso l’obiettivo legge le storie raccontate nel momento della morte, una lunga sequela di necrologi ridipingono le persone viste attraverso gli occhi della gente: storie di saggezza popolare si mescolano ai ricordi, in questo ultimo saluto che tutta la città rende ai suoi abitanti, ai figli che ha battezzato e visto crescere.

In questa mostra, curata da Sarah Carlet, il fotografo accompagna lo spettatore nei vicoli della città. A ogni nome una storia, sullo sfondo abitazioni, scorci di vita, piccoli dettagli e poi, in primo piano, l’addio.

Leggendo quei nomi, si ha l’impressione di rivedere i personaggi passeggiare ancora in mezzo alla gente, ognuno di essi assume connotazioni fisiche precise, se ne immaginano le movenze, quei tratti che ci rendono noi.

Grazie all’iniziativa di Marta Rossato e Wolfango De Spirito, ideatori della Wo-ma'n Gallery,  il lavoro di Santiago Faraone Mennella rivive nell’Urbe. E in un contesto accogliente e informale, il tempo dell’arte coincide con quello di una chiacchierata tra amici, un valore aggiunto capace di accrescere la prospettiva de L’ultimo messaggio che, per l’occasione, invaderà anche il tetto e i lavatoi del palazzo.


Santiago Faraone Mennella -L’Ultimo Messaggio
Fino al 30 Luglio 2012
 
Via Pietro Ruga 24, Roma
Tag:  Wo-ma'n Gallery, Santiago Faraone Mennella, l’ultimo messaggio, mostra fotografica, Roma, Napoli, Sarah Carlet

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni