La prima mostra italiana dell'artista russo Evegeny Antufiev

La Collezione Maramotti, a Reggio Emilia, ospita le opere dell'artista che cercano un rapporto tra il divino e l'umano

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
L'artista russo Evegeny Antufiev, vincitore nel 2009 del Kandinsky Award nella categoria Young Artist - Project of the year, mette in costante rapporto, nelle sue opere, una certa moltitudine di materiali: stoffa, cristalli, meteoriti, colla, pelle di serpente, marmo, legno... tutti oggetti apparentemente privi di correlazione tra loro, ma che in realtà si fondono e si trasformano nelle sue installazioni in  un processo che richiama le operazioni alchemiche.

Tutto questo è visibile per la prima volta in Italia grazie alla Collezione Maramotti. Antufiev ha infatti realizzato un progetto ad hoc dopo un periodo di residenza a Reggio Emilia - dove si trova la Fondazione - creando tutto quanto deliberatamente con le proprie mani: cucendo, ricamando, intagliando. Perché nel processo di creazione di un'opera tutto diviene un rito, una sorta di pratica sciamanica.

Il progetto, che ha preso il nome di Twelve, Wood, dolphin, bolw, mask, crystal, bones and marble - fusion. Exploring materials, ha come intento quello di donare allo spettatore un'esperienza percettiva di trasformazione dove i materiali, le forme e gli oggetti abbandonano la loro identità quotidiana per ri-entrare in una dimensione archetipica.

La sacralità dell'immagine ha perso, secondo l'artista, la sua aura, e non è più in grado di connetterci a una dimensione altra, in cui si possa andare avanti nel cammino di costruzione della nostra identità e della nostra relazione col mondo esterno. Questo personale e labirintico percorso di ricerca si apre a piani multipli di visione dove confluiscono il bisogno di ordine  e di reinterpretazione delle "leggi".

L'artista gioca con la connessione tra umano e divino, dove il gesto umano può catalizzare un'energia in perenne cambiamento evocando una sorta di immortalità, intesa non come sopravvivenza ma come persistenza di senso.


Evegeny Antufiev
Twelve, Wood, dolphin, bolw, mask, crystal, bones and marble - fusion. Exploring materials

Dal 17 Febbraio al 31 Luglio 2013
Orari: Giovedì e Venerdì dalle 14.30 alle 18.30; Sabato e Domenica dalle 10.30 alle 18.30
Ingresso Libero

Collezione Maramotti
Via Fratelli Cervi 66 - Reggio Emilia
Tag:  Evegeny Antufiev, Twelve, Wood, dolphin, bolw, mask, crystal, bones and marble - fusion. Exploring materials, Collezione Maramotti, umano e divino, materia

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni