Milano. Uovo Performing Arts Festival giunge alla sua X Edizione

Per cinque intensissimi giorni il Teatro Franco Parenti, la Triennale di Milano e la Fabbrica del Vapore saranno protagonisti della performing art in tutte le sue declinazioni

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Dal 21 al 25 marzo 2012 torna in scena a Milano Uovo Performing Arts Festival.

Edizione, questa, celebrativa del passato con uno sguardo verso il futuro, in cui si ripercorreranno dieci anni che hanno segnato la performing art in tutto il mondo. 

Tra gli artisti William Forsythe (vincitore nel 2010 del Leone D’Oro alla carriera alla Biennale di Venezia), uno dei più importanti coreografi al mondo, capace di mescolare in maniera magistrale danza, tecnologia e arte. All’interno della Triennale Forsythe presenterà una videoinstallazione composta da quattro schermi su cui verranno proiettati tre video differenti: Solo, Antipodes I/II e Suspense.
 
Si prosegue con la compagnia italiana Societas Raffaello Sanzio/Romeo Castellucci, presenza costante al Festival, che porterà la performance Storia contemporanea dell’Africa Vol. III e la mostra fotografica curata dall’artista Luca Del Pia sui lavori storici della compagnia, da Amleto. La veemente esteriorità della morte di un mollusco (1992) a Genesi. From the Museum of Sleep (1999).

Si conferma parte integrante del Festival anche Jérome Bel, provocatorio coreografo francese, con il suo Véronique Doisneau, lavoro nato dall’incontro con un mondo lontano dal suo, ovvero il balletto dell’Opéra de Paris.

Uovo Performing Festival si propone quindi come l’unione tra le diverse forme d’arte, con un’attenzione particolare per gli spazi da reinterpretate e da vivere e per le architetture. Così la compagnia  Pathosformel abiterà una sala del Teatro Franco Parenti creando nuovi “ambienti” insieme all’ultimo suggestivo Alcune Primavere cadono d’ Inverno, realizzato con port-royal, notissimo gruppo dell’elettronica italiana e seguito in tutta Europa.

Un occhio di riguardo per la decima edizione va all’Italia e ai suoi artisti: saranno così presenti anche Virgilio Sieni, ballerino e coreografo, con  un assolo poetico intitolato Nei Volti, e Silvia Costa, con la prima italiana del suo Stato di Grazia.

Da segnalare, ancora, Forecasting, di Giuseppe Chico con Barbara Matijevic e coprodotto da Uovo e Kaaitheater: un’ eccezionale rappresentazione della forza espressiva della coppia di artisti ospiti dei più importanti palcoscenici europei.
 
Partner dell’Edizione sarà Club To Club, che contribuirà alla realizzazione di Uovo Music, progetto sulla musica internazionale indipendente. Nuova proposta sarà Viva Uovo+Club to Club!, serata esclusiva cui prenderanno parte gli artisti più importanti della scena elettronica dei nostri giorni.
Come Spencer, fondatore del mix tra UK Funky e Dubstep che caratterizza Numbers, il progetto musicale e Brand d’esportazione “Made in Scotland”; Actress, impegnato con Demon Albarn e nei remix dei Radiohead, con il suo nuovo Album R.I.P.; e il Live Set di ‘O’ (leggi One Circle), con le promesse più importanti dei produttori italiani del settore.

Per concludere un progetto video, Memories, proietterà le più coinvolgenti performance delle precedenti nove edizioni di Uovo.

Uovo si conferma quindi realtà importante nella scena dell’arte contemporanea, fondamentale nella ricerca di nuove prospettive e nella conferma di artisti d’avanguardia.

Tutti gli avvenimenti di Uovo Performig Art Festival saranno riportati in tempo reale su Uovotv.com

Per info su performance, date e location: www.uovoproject.it
Tag:  Uovo Performing Arts Festival, Milano, Teatro Parenti, Triennale, Fabbrica del Vapore, performance, live, musica elettronica, William Forsythe, Viva Uovo+Club to Club!

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni