Torna MoRe Museum con l’acquisizione di nove progetti artistici

In esposizione online dal 20 giugno 2013 goldiechiari, Erwin Wurm e Massimo Uberti

Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
Massimo Uberti, Esser Spazio
Vi avevamo già parlato di MoRe, una galleria digitale unica, dedicata ad esposizioni temporanee, interventi critici e approfondimenti sul tema del “non realizzato”. La promessa, a un anno dall’inaugurazione, è proprio quella di rinnovare questo appuntamento con l’arte contemporanea del XX e XXI secolo – e con gli ideatori Elisabetta Modena e Marco Scotti  -  attraverso una rassegna di nuovi progetti, embrioni di una creazione che conserva ancora in sé il potenziale dell’infinito.

Così MoRE. Museum of Refused and Unrealised Art Projects questa volta presenta al grande pubblico della rete nove acquisizioni donate da goldichiari, Erwin Wurm Massimo Uberti, che saranno accessibili sul sito a partire dal 20 giugno 2013.


goldiechiari, Looking for the island
Partendo dalla componente femminile, il duo artistico goldiechiari ha realizzato degli acquerelli per descrivere il progetto video Looking for the island, nato per documentare l'ecosistema artificiale della Garbage Patch, un’isola “discarica” costituitasi negli Anni Cinquanta nell’Oceano Pacifico. In un contrasto tra paesaggio e industria, le artiste registrano il viaggio delle piccole particelle di plastica rilasciate dall’isola nell’Oceano, per poi diventare mangime dei pesci e alimento del nostro cibo.


Erwin Wurm, Big Suit Departing
Erwin Wurm, invece, presenta sei progetti irrealizzati tra cui Mind Bubbles,  pensato per la sede centrale della Volksbank di Vienna progettata dall’architetto tedesco Carsten Roth e Big Suit Departingprogettato per l’aeroporto Schönefeld di Berlino, una figura dalle dimensioni colossali che pende nel vuoto in mezzo alla hall dell’aeroporto tedesco, completamente cavo e privo di arti e della testa.

Infine Massimo Uberti ha voluto condividere l’opera luminosa Esser Spazio la quale in origine doveva essere collocata all’esterno del Museo MAXXI e Orbite, un progetto  ideato per il Palazzo della Regione Lombardia di Milano: su due delle sue facciate, l’artista avrebbe voluto installare il disegno luminoso di una porzione delle orbite del sistema solare, in linea con la sua poetica creativa fatta di immagini, segni e luce.
Tag:  More Museum, Museo virtuale, Erwin Wurm, Massimo Uberti, goldiechiari, arte contemporanea, Elisabetta Modena, Marco Scotti

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni