Weight of Happines. La mostra di Rima Fujita e Michela Martello

Dal 5 settembre inaugura alla Tibet House US di New York una rassegna di opere dedicate al simbolismo e alla spiritualità riconducibili alla cultura tibetana

di Marta Elena Casanova

Pubblicato martedi, 2 settembre 2014

Rating: 5.0 Voti: 1
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
La Tibet House US di New York presenta una nuova rassegna dal titolo Weight of Happiness (Il peso della felicità).

Protagoniste, con le loro opere ispirate al Buddismo, ai sogni, al folklore, al simbolismo e alla spiritualità, sono l'artista giapponese Rima Fujita e l'italiana Michela Martello

Dal 5 settembre al 6 ottobre 2014, perciò, per chi si trovasse a New York, il consiglio è quello di fare una visita a questo spazio e ammirare i lavori esposti delle due artiste che hanno dato luce alle loro personali interpretazioni su temi così importanti.

Rima Fujita, che risiede nella Grande Mela,  non è una nuova conoscenza della Tibet House, mentre lo è Michela Martello, artista poliedrica, illustratrice di libri per bambini e vincitrice di numerosi premi, molti dei quali proprio in America, dove abita stabilmente dal 1998, dopo aver vissuto tra Italia e Inghilterra.

La Tibet House US è un'associazione no profit dal 1987, e si occupa di preservare e dare risalto alla cultura e ovviamente alla spiritualità tibetana, grazie a mostre, archivi, una libreria e varie pubblicazioni.


Tibet House US
22 West, 15 Street, New York NY 10011
Weight of Happiness
Rima Fujita e Michela Martello

Dal 5 settembre al 6 ottobre 2014
Tag:  Weight of Happiness, Il peso della felicità, mostra New York, Tibet House US, Rima Fujita, Michela Martello, simbolismo, spiritualità

Commenti

Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni