Hoara Borselli: dal palcoscenico al Ministero della Difesa

Ulteriori polemiche che vedono come protagonisti il mondo dello spettacolo e la politica

di Silvia Menini

Pubblicato lunedi, 4 aprile 2011

Rating: 4.9 Voti: 10
Vota:
Stampa Mail Bookmark Ingrandisci Rimpicciolisci
La partecipazione di personaggi dello spettacolo nel mondo politico, che già in passato ha creato polemiche mediatiche, si conferma ancora una volta fonte di discussione.
Dal 10 marzo di quest'anno, infatti, la soubrette e attrice Hoara Borselli è ufficialmente assunta dal Ministro della difesa Ignazio La Russa alla segreteria del Ministero della Difesa. Il suo ruolo sarà quello di collaboratrice per i grandi eventi, con particolare riferimento alle manifestazioni del 150esimo anniversario dell'Unità nazionale.
 
Riflettendoci sembra un ruolo perfetto per lei: ha esperienza nel mondo della televisione, avendo vinto in primis il titolo di Miss Malizia nel lontano 1992, proseguendo poi con varie comparsate nel cinema e alcuni parti da attrice in serie televisive. Ha quindi presenziato con Fabrizio Frizzi agli Oscar ed vinto Ballando con le Stelle. L'ingaggio, inoltre, le frutterà “solamente” 16.120 euro all'anno (un “semplice” rimborso spese di 800 euro netti mensili) che, come viene più volte sottolineato, è una bazzecola in confronto ai lauti compensi a cui è abituata, anche se il ministero della Difesa già possiede al proprio interno professionalità nel settore della comunicazione.
 
Ovvio dunque che, come c'era da aspettarsi, tale assunzione abbia scatenato tutta una serie di polemiche, facendo sorgere qualche dubbio sui reali criteri per i quali la Borselli sia stata selezionata, tanto da diventare oggetto di un'interrogazione parlamentare presentata dal deputato del Pd Andrea Sarabutti insieme ad altri colleghi.
 
Prontamente l'ufficio stampa di La Russa ha risposto con un comunicato a difesa della propria scelta: “La signora Hoara Borselli, come risulta con totale e assoluta trasparenza dallo stesso sito del ministero della Difesa, è entrata a far parte degli uffici in diretta collaborazione del ministro (previsti per legge nel numero dei componenti e nelle relative retribuzioni) a partire dal 10 marzo scorso e già il giorno 17 ha presentato il concerto della fanfara del Comando artiglieria contraerei dell’Esercito in piazza di Spagna. La scelta della collaborazione è discrezionale in ogni ministero. L’attività prevista per la signora Borselli è quella di conduttrice e co-organizzatrice degli eventi della Difesa per le celebrazioni del 150 anniversario dell’Unità d’Italia.” Continuando: “ Nel caso specifico il ministro è venuto in aiuto alle difficoltà del Ministero che, per l'anno delle celebrazioni, avrebbe dovuto sobbarcarsi il costo di ripetuti e onerosi contratti per assicurarsi adeguate professionalità atte a condurre ogni singolo evento previsto e prevedibile. La signora Borselli va dunque ringraziata per aver aderito con spirito volontaristico all'invito rivoltole dalla struttura della Difesa e quindi si può affermare che almeno in qualcosa hanno pienamente ragione gli interroganti: per la Difesa è stato un affare”.
 
Se si tratta di volontariato... touchè!


Tag:  Hoara Borselli, Ignazio La Russa, Ministero della Difesa, Unità d'Italia

Commenti

08-04-2011 - 07:45:31 - Amanda
seeeee e noi ce la beviamo che prende "solo 16 mila euro"??? di certo le faranno avere altri soldi sotto banco...La Russa di certo non l'ha assunta per buon cuore o per il bene degli eventi del ministero...e' sempre la solita storia! la politica e' uno schifo e anche li tira la solita legge del pelo che tira piu' di un carro di buoi!
Di' la tua


Le foto presenti sul sito di Mondo Rosa Shokking sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione,
non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate

Testata giornalistica registrata. Registrazione numero 379 del 17 giugno 2008 presso il Tribunale di Milano Direttore Responsabile Stefano Martignoni